Bossi: "Per Casini non c'è spazio sopra il Po"

Il Senatùr frena sulla
possibilità di alleanze con l’Udc in vista delle elezioni regionali: "E' uno
che fa molte chiacchiere e pochi fatti. E soprattutto pochi
numeri". Poi assicura: "Al di sopra del Po la
Lega è molto forte e con Berlusconi c’è un accordo di ferro"

Pavia - "Se Casini vuole fare accordi con la Lega al di sopra del Po, per lui non c’è spazio". Frena sulla possibilità di alleanze con l’Udc il leader leghista, Umberto Bossi, intervenuto all’inaugurazione dell’anno accademico dell’università di Pavia. "Casini vada da solo - ha aggiunto il Senatùr - visto che si ritiene così forte. Vada da solo a vedere quanti voti prende". Secondo il ministro delle Riforme, il leader centrista "è uno che fa molte chiacchiere e pochi fatti. E soprattutto pochi numeri".

Coalizione salda Con il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, c’è "un accordo di ferro". Replicando a una domanda su cosa accadrebbe se alle prossime elezioni regionali in Veneto la Lega superasse il Pdl, il Senatùr ha ribadito la stabilità del patto interno alla coalizione. "Non accadrebbe niente - ha assicurato il numero uno del Carroccio - tutti sanno che al di sopra del Po la Lega è molto forte ma con Berlusconi c’è un accordo di ferro".

Il futuro della Lega "Per adesso siamo una forza padana. La nostra natura padana è sicura, anche se siamo una forza politica che tutti vogliono e infatti ci chiamano in tutte le Regioni". Bossi non chiude alla possibilità di trasformare il Carroccio da forza politica radicata nel nord del Paese a un movimento capace di allargarsi anche alle altre regioni italiane. "Certo - ha proseguito il ministro leghista - che tutti vorrebbero la Lega perchè sanno che non fa accordi con la Mafia, è per i cambiamenti e di solito non si sporca le mani". "Siamo - ha concluso il Senatùr - una forza politica popolare. Abbiamo argomenti forti perchè li peschiamo direttamente dalla gente".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.