Brianza senza segreti per un té a casa dei nobili

Una domenica alla scoperta dei tesori della Brianza. Un viaggio nel tempo dove basta spostarsi di pochi chilometri per passare dal medioevo al Barocco, dai Templari che si fermarono ad Aicurzio, fino all’aristocrazia milanese che trascorreva la villeggiatura nel verde della provincia. Dalle rocche ai palazzi, dalle ville imperiali a quelle di delizia.
Un tour che ogni anno riscuote grande successo: per la scorsa edizione, a fine settembre 2008, furono 16 mila i visitatori che presero d’assalto i tesori architettonici del territorio, spesso chiusi il resto dell’anno. «Ville Aperte», manifestazione promossa dalla Provincia di Monza e Brianza, è inserita nelle Giornate europee del patrimonio: per una domenica l’iniziativa prevede l’apertura, dalle 10 alle 19, di alcune delle dimore storiche presenti sul territorio. L’appuntamento con l’edizione numero sette è per il 27 settembre quando 47 siti monumentali torneranno a spalancare porte e cancelli al pubblico.
Quest’anno il numero dei Comuni che hanno aderito è arrivato a quota 24. Tra le new entry sono da segnalare Carnate, con le chiese dei Santi Cornelio e Cipriano e Santa Croce in Passirano, Villa Paradiso a Besana Brianza e la chiesetta di Sant’Ambrogio a Brugherio. Naturalmente non mancheranno gli evergreen. Da Villa Reale e Villa Mirabello a Monza, Villa Trivulzio ad Agrate Brianza, il monastero di Brugora a Besana, Villa Tittoni a Desio, palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno o ancora il restaurato complesso Borromeo d’Adda di Arcore.
E proprio visto il riscontro di pubblico, la novità 2009 è la possibilità di prenotare le visite direttamente on line, dal 9 settembre (villeaperte.info) . Stessa cosa si potrà fare rivolgendosi allo stand che la Provincia allestirà in corso Italia, a Monza, in occasione di MonzaPiù, evento cornice al Gran premio di Formula Uno dal 9 al 13 settembre.
I costi: 3 euro (5 per Villa Reale), gratis per i bambini fino a 11 anni e i diversamente abili con accompagnatore. Appassionati d’architettura, ma anche di motori. Il 27 settembre nel cortile di Villa Reale sarà allestita un’esposizione di auto d’epoca del tutto speciale. Si tratta infatti delle cinque Alfa Romeo che corsero sul circuito dell’Autodromo nazionale. Per «puristi» e «golosi» dell’arte non mancheranno eventi e manifestazioni a corredo come concerti, mostre e degustazioni. In tutto 26 eventi nell’evento per promuovere la Brianza come terra di turismo: «Ville Aperte – spiega Dario Allevi, presidente della Provincia – è un’occasione per far conoscere i gioielli del territorio, una grande potenzialità che merita di essere valorizzata al meglio, anche intercettando importanti flussi turistici».