Buon esordio di Telecom

Buon esordio di Telecom

Piazza Affari migliore tra le Borse europee, con gli indici che si apprezzano di un altro 0,5%, attraverso scambi che si mantengono intorno a 3,6 miliardi di euro. L’attesa di novità nel risiko bancario ma, soprattutto, le operazioni collaterali portate a termine in questi giorni, hanno mantenuto in tensione i titoli coinvolti, con Bnl che progredisce di un altro 2%; su un altro fronte, invece, balzo del 2% per Meliorbanca (dopo una punta fino al 5%), all’annuncio della fusione con le società del gruppo Arca. Sempre in ambito bancario prosegue il rally di Capitalia e di Banca Intesa. Telecom Italia ha guadagnato l’1,33% a 2,58 euro, festeggiando così il suo nuovo corso, nel primo giorno di scambi senza la sorella Tim, uscita dal listino per effetto della fusione. Irregolare il comparto degli editoriali, con Rcs che tuttavia segna il passo (meno 0,8%); il calo del greggio non ha penalizzato i titoli energetici, con Eni e Snam rete gas in ulteriore crescita, mentre la forte richiesta del titolo Enel, in sottoscrizione, ha favorito la quotazione, che cresce dell’1,1%. Fiat si è mantenuta sopra i 6 euro, mentre si è risvegliato l’interesse per il polo del lusso, alla vigilia della quotazione del titolo Valentino. Si è invece interrotto il rally di Impregilo risparmio (meno 3%), alla smentita della conversione delle azioni di risparmio in azioni ordinarie.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti