Calcio

"Chiediamo sanzioni da Serie A e Uefa". La Liga si scaglia contro la Juventus

La federcalcio spagnola, nella figura di Javier Tebas, attacca i bianconeri: "Dopo le dimissioni del cda della Juventus nella tarda serata di lunedì 28 novembre, La Liga chiede l'immediata applicazione delle sanzioni sportive al club"

"Chiediamo sanzioni da Serie A e Uefa". La Liga si scaglia contro la Juventus

La Liga spagnola chiederà all'Uefa e alla Serie A di sanzionare la Juventus: è questa la bomba sganciata da Bloomberg a seguito delle dimissioni in blocco di tutto il consiglio d'ammistrazione del club bianconero. Poco dopo questa indiscrezione, però, è arrivata la nota ufficiale da parte della Liga spagnola in merito a questo delicato tema: "Dopo le dimissioni del cda della Juventus nella tarda serata di lunedì 28 novembre, La Liga chiede l'immediata applicazione delle sanzioni sportive al club", inizia così la lunga nota dell'associazione dei club spagnoli.

La Liga, nella figura del presidente Javier Tebas, ha poi continuato: "La Liga aveva già presentato nell'aprile 2022 alla Uefa una denuncia ufficiale contro la Juventus in cui denunciava violazioni del regolamento del fair play finanziario su cui stava indagando la Guardia di Finanza italiana. Nello specifico, la denuncia accusava la Juventus di contabilizzare i trasferimenti al di sopra del loro fair value e di sottovalutare le spese del personale, il che costituisce una violazione del fair play finanziario della Uefa. Inoltre, la denuncia accusava la Juventus di nascondere il vero stipendio dei suoi giocatori".

Richieste pesanti

Negli ultimi mesi la Liga è stata una delle più agguerrite oppositrici del progetto di Juventus, Real Madrid e Barcellona di formare la SuperLega e dunque i rapporti con Andrea Agnelli non erano e non sono di fatto idilliaci. Tebas e la federazione da lui presieduta sono stati molto duri su questo spinoso tema: "La Liga con l'obiettivo di promuovere un calcio economicamente sostenibile in Europa, mantiene queste denunce nei confronti della Juventus e chiede che le autorità competenti applichino sanzioni sportive immediate al club. La Liga è stata a lungo uno dei principali sostenitori dell'istituzione, dell'applicazione e dell'applicazione di rigide regole di sostenibilità finanziaria nel calcio".

La nota chiude con quanto avvenuto nel mese di aprile e con un messaggio diretto:"Ad aprile di quest'anno, La Liga ha sporto denuncia per violazione del fair play finanziario alla Uefa contro la Juventus, ma anche contro Manchester City e Paris Saint Germain. La stessa competizione spagnola ha applicato le sue regole di 'controllo economico' per quasi un decennio, su richiesta dei club che compongono La Liga. La sostenibilità finanziaria è fondamentale per proteggere il business del calcio. Proteggiamo il nostro calcio".

L'osso duro spagnolo

Tebas già in passato, quando il Psg pagò la clausola da 222 milioni di euro per strappare Neymar al Barcellona, chiese sanzioni esemplari per il club parigino. "Li denunceremo perché hanno infranto le norme del fair play finanziario della Uefa e le norme sulla concorrenza dell’Unione Europa. Li denunceremo alla Uefa, e se non sarà aperto nessun fascicolo, ci rivolgeremo ai tribunali svizzeri sulla concorrenza, a Bruxelles e non escludiamo di rivolgergi direttamente ai tribunali spagnoli e francesi". Anche questa volta Tebas e La Liga si sono scagliati contro la Juventus chiedendo sanzioni per il club dalla Serie A e dalla Uefa: ce la farà questa volta ad ottenere quanto richiesto?

Commenti