Calcio

Coming out di massa in Bundesliga: un gruppo di calciatori si dichiarerà gay

Diversi giocatori del massimo campionato tedesco sono pronti a uscire allo scoperto per dichiarare la propria omosessualità. L'annuncio il 17 maggio, nella Giornata internazionale contro l'omofobia

Coming out di massa in Bundesliga: un gruppo di calciatori si dichiarerà gay

Ascolta ora: "Coming out di massa in Bundesliga: un gruppo di calciatori si dichiarerà gay"

Coming out di massa in Bundesliga: un gruppo di calciatori si dichiarerà gay

00:00 / 00:00
100 %

L'iniziativa è destinata a lasciare il segno: un coming out di gruppo per esporsi pubblicamente e dichiararsi gay. Tutti insieme. È quanto dovrebbe avvenire tra circa un mese in Germania, dove un gruppo di calciatori della Bundesliga dovrebbe uscire allo scoperto e dichiarare la propria omosessualità. La data è quella del prossimo 17 maggio e non si tratta di una scelta frutto del caso, visto che l'evento - su cui saranno puntati i riflettori dei media - è previsto esattamente in occasione della Giornata internazionale contro l'omofobia.

A parlarne è stato Marcus Urban, ex centrocampista che ha fatto coming out al termine della carriera calcistica professionale, secondo cui alcuni giocatori che militano nel massimo campionato tedesco sono pronti a rendere noto al pubblico il loro orientamento sessuale. Alcuni mesi fa Urban - noto anche per essere portavoce delle questioni LGBT - ha lanciato Sports Free, un'iniziativa nata con l'obiettivo di sostenere gli atleti che non vogliono nascondere il fatto di essere gay.

"Ci sono più calciatori omosessuali di quanto pensassimo", viene spiegato. Diversi giocatori avrebbero già contattato Urban per manifestare il loro supporto al fine di eliminare i tabù nel mondo del calcio, non solo nel settore professionistico ma anche in quello sportivo dilettantistico. "Alcune persone si scambiano idee, cosa che non avveniva nemmeno dieci o quindici anni fa. Ma si incontrano di nascosto, in luoghi nascosti dove non puoi trovarli. Sono sottoposti a cure psicologiche. Alcuni sono al limite delle forze, non ce la fanno più. E i club non ne sanno nulla", sono le parole riportate dal quotidiano spagnolo ABC in un recente articolo.

Indubbiamente L'ultimo tabù, documentario di Amazon Prime in cui l'ex calciatore tedesco Thomas Hitzlsperger ha parlato della sua omosessualità, è stato un elemento che ha dato spinta a quella che si prospetta essere una vera e propria svolta nel calcio. La società odierna è più rispettosa sui differenti orientamenti sessuali di una persona, ma il discorso non ha ancora preso chissà quanto piede nel calcio. "Se è ancora un tabù? Sì, penso di sì. Se ne parla, ma i giocatori non si identificano mai come tali. È un tabù in campo e nello spogliatoio", ha infatti dichiarato Hitzlsperger.

Con il passare del tempo lo spirito d'iniziativa si è fatto via via più forte, mentre in passato spesso è mancato il coraggio e in molti hanno preferito

continuare a vivere nell'ombra tenendo nascosto il proprio orientamento sessuale. A breve diversi giocatori della Bundesliga si renderanno protagonisti di un'iniziativa sociale che in maniera inevitabile farà parlare di sé.

Commenti