Serie C, ecco chi lotta per un posto al caldo nella B

Nel girone settentrionale la Feralpisalò guida a 5 lunghezze dalla Pro Sesto e sei dal Pordenone. Nel girone centrale Reggiana al comando con 4 punti di vantaggio su Virtus Entella e 6 sul Cesena. La lotta è più accesa che mai per fare compagnia al Catanzaro, neopromosso in B con 5 giornate di anticipo

Serie C, ecco chi lotta per un posto al caldo nella B


Archiviato il discorso promozione nel Girone C di Serie C dove il Catanzaro dei record ha conquistato la Serie B con cinque giornate di anticipo – è la prima volta nella storia che una squadra conquista la promozione prima dell’inizio della primavera – la nostra attenzione si rivolge ora ai Gironi A e B, dove la sfida per la vittoria finale si preannuncia entusiasmante e al cardiopalma.

Nel girone settentrionale sono ben cinque le squadre in soli dieci punti a contendersi il trofeo. Già lo scorso anno fu un finale elettrizzante: Sudtirol e Padova chiusero rispettivamente a 90 e 85 punti, con la promozione conquistata all’ultima giornata dagli altoatesini. A comandare la classifica, a cinque giornate dal termine, è la Feralpisalò con 61 punti, seguita a quattro lunghezze dalla Pro Sesto, a sei dal Pordenone e a otto dal Lecco. Chiude a dieci punti di distacco il Vicenza, squadra dalla lunga tradizione calcistica nella massima serie e che annovera nel suo palmares una Coppa Italia (stagione 1996-97). Già il prossimo turno potrebbe dirci qualcosa in più nella serrata sfida per la promozione, il monday night del 27 marzo prevede infatti lo scontro diretto fra Pordenone e Pro Sesto, con la capolista che sarà impegnata invece domenica pomeriggio sul campo del Trento. Occhio anche alle ultime due giornate qualora il discorso promozione non dovesse essere archiviato: il 16 aprile sarà il turno di Pordenone-Vicenza mentre il 22 aprile, all’ultima giornata, sarà la capolista Feralpisalò a sfidare l’attuale seconda, quella Pro Sesto che sta sorprendendo fin da ottobre dopo un inizio di campionato complicato. Qualora fosse una di queste due squadre la promossa sarebbe comunque storia: la Feralpi non ha mai disputato un campionato di Serie B, mentre la Pro Sesto vanta solo cinque partecipazioni negli anni immediatamente successivi alla fine del secondo conflitto mondiale (stagione 1945-46 fino a quella 1949-50).

Nel girone centrale, invece, ci sono solo tre squadre in soli sei punti. Comanda la Reggiana – già beffata al fotofinish lo scorso anno dai corregionali del Modena – con 72 punti, seguita a 68 punti dalla Virtus Entella e a 66 dal Cesena. Queste tre squadre conoscono bene la cadetteria e sono ansiose di tornarci. Nell’ultimo turno la prima della classe è tornata alla vittoria – 1-0 il finale contro la Torres grazie alla rete di Kabashi – dopo il rocambolesco pareggio contro il Pontedera e la sconfitta casalinga proprio contro l’Entella. Liguri che si sono imposti per 4-1 sul San Donato Tavarnelle dopo la brutta battuta d’arresto contro il Cesena di martedì scorso (4-0 il finale per i romagnoli). Proprio i bianconeri nel posticipo di ieri sera si sono imposti sull’Ancona per 1-0 grazie alla rete del solito Corazza. Per il Cesena si tratta della seconda vittoria consecutiva dopo tre pareggi e una sconfitta, proprio contro la capolista Reggiana.

Reggiana calcio

A differenza del girone A gli scontri diretti sono stati consumati e saranno invece i più classici testacoda a dirci chi esulterà per la promozione diretta, chi sarà costretto a disputare quel campionato a parte che sono i play off e anche chi sarà relegato ai dilettanti.

Il tutto senza dimenticare che le due vincitrici dei gironi saranno attese dal Catanzaro nel mese di maggio per il triangolare che assegnerà la Supercoppa di Serie C: tre partite in 15 giorni per arricchire la bacheca di una stagione che sarà sicuramente da ricordare.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica