Capalbio, dalle colline fino all'ultima spiaggia

Un gioiello toscano tra mare e campagna Il «buen retiro» nella quiete della Locanda Rossa

Alice Rosati

Immaginate di andare nella vostra bella casa di campagna in Maremma e di trovare la chef stellata Valeria Piccini che cucina per voi. Questo è lo spirito con cui la Locanda Rossa a Capalbio, in provincia di Grosseto, accoglie i suoi ospiti. Una villa circondata da 3200 ulivi e un paesaggio incontaminato dove rilassarsi, andare al mare all'Ultima Spiaggia siamo in Toscana, ma il Lazio è poco più in là - e godere della squisita cura e del servizio eccellente di un hotel che fa sentire come a casa.

A partire dalla ricezione, che non c'è. Non aspettatevi, quindi, di trovare il classico bancone presente nelle reception più tradizionali, perché alla Locanda, le distanze con i clienti, sono completamente annullate. L'entrata, infatti, è un salotto con raffinati divani su cui accomodarsi. Ed è proprio l'atmosfera familiare ma di lusso che rende questo luogo speciale e dall'alto tasso rigenerativo per la mente e per il corpo. La Locanda Rossa è nata nel 2010, un'antica cascina che la proprietaria Lorenza Jona Celesia ha trasformato in un resort di quiete ed eleganza contemporanea, i cui esterni sono stati progettati dall'architetto paesaggista Paolo Pejrone.

Nessun dettaglio è lasciato al caso, e il design non risulta mai invasivo. Dalla ristrutturazione sono nate 10 stanze e 2 junior suite situate nella struttura principale, due suite con terrazzo e giardino privato, e quattro appartamenti disposti sue tre livelli, pensati per ospitare famiglie con bambini e tate al seguito o più coppie di amici, il tutto nel rispetto della privacy anche nella condivisione degli spazi. Un buen retiro per una fuga dalla città che vizia anche il palato. È una novità di quest'anno, infatti, la partnership con il ristorante due stelle Michelin Da Caino, guidato dalla chef Valeria Piccini, che per la Locanda ha messo a punto un menu con i piatti della tradizione maremmana preparati con ingredienti a km0, che arrivano anche dall'orto di proprietà.

Per tutta l'estate sono in programma cene a degustazione curate direttamente dalla chef, con variazioni di pesce, colori e sapori delicatissimi. Il tutto con prezzi molto accessibili. Il contesto della Locanda Rossa è talmente bucolico che, nonostante il mare sia a due passi, si potrebbero trascorrere le giornate in totale relax nelle due piscine all'aperto o nella Spa. Tra trattamenti in cabina e percorso wellness con hammam, sauna e docce emozionali. Chi vuole fare attività fisica, invece, può pedalare attraverso le dolci pendenze collinari con le bici a noleggio della Locanda, può giocare a golf nei campi dell'Argentario e di Saturnia o andare a cavallo. Il paese medievale di Capalbio, circondato dalle mura, sorge a pochi chilometri di distanza, dove si può fare una sosta gourmet al ristorante Il Frantoio. Andando verso il mare, si incontra il Giardino dei Tarocchi, un parco dalle sculture moderniste alla Gaudì, realizzato in vent'anni di lavoro autofinanziato dall'artista franco- statunitense Niki de Saint Phalle. Le statue in acciaio ricoperte di vetri, specchi e ceramiche colorate, rappresentano le figure degli arcani maggiori dei tarocchi. Capalbio è campagna ma è soprattutto mare. E non può che essere l'Ultima Spiaggia, che è davvero l'ultima spiaggia della Toscana, nonché lo stabilimento balneare frequentato dall'alta società romana, da politic e da intellettuali, in un ambiente radical-chic dove ciò che conta da sempre è esserci ma non ostentare. Gli stranieri, che in vacanza a Capalbio sempre più numerosi, preferiscono stare a sinistra dell'Ultima Spiaggia, nello stabilimento La Dogana.