Il capo dello Stato Napolitano sbotta: «Che pasticcio con queste liste»

SCARICABARILE Sulle irregolarità è scontro in casa Pdl e tra gli azzurri e il Carroccio

Alla fine è sbottato anche lui: «Un pasticcio». Con queste parole, e con evidente irritazione, il capo dello Stato Giorgio Napolitano ha definito ieri sera l’intricata vicenda delle liste elettorali del Pdl non ammesse alle elezioni regionali. Il presidente della Repubblica ha risposto così alla domanda di un giornalista a Bruxelles, dove si trovava in visita, dopo l’incontro con i vertici delle istituzioni europee. Il capo dello Stato non ha quindi aggiunto nulla, ma a quanto si apprende la linea del Quirinale rimarrà anche nel futuro quella fissata nei giorni scorsi da una nota ufficiale, in cui si affermava che la competenza sulla questione è esclusivamente della magistratura.
In effetti il capo dello Stato era stato chiamato in causa dalla candidata del Pdl in Lazio Renata Polverini fin dai primi atti della vicenda, ma il Colle, oltre a esprimere lunedì scorso «forte preoccupazione» e a ribadire che sulla vicenda «gli unici ad avere competenza sono i giudici», non aveva preso posizioni di sorta.