La casa del ben-essere quando il futuro è presente

E’ pronta per essere visitata dai cittadini, dal 4 maggio al 4 luglio ai Giardini “Indro Montanelli”, la prima Casa del Ben-Essere progettata dall’architetto Paolo Bodega. Un edificio di un piano che assicura il comfort psico-fisico dei suoi inquilini perché realizzato con soluzioni tecnologiche all’avanguardia in grado di rispondere a tutte le esigenze delle persone normodotate o diversamente abili

Milano - E’ pronta per essere visitata dai cittadini, dal 4 maggio al 4 luglio ai Giardini “Indro Montanelli”, la prima Casa del Ben-Essere progettata dall’architetto Paolo Bodega. Un edificio di un piano che assicura il comfort psico-fisico dei suoi inquilini perché realizzato con soluzioni tecnologiche all’avanguardia in grado di rispondere a tutte le esigenze delle persone normodotate o diversamente abili. 80 metri quadri completamente automatizzati, riscaldati con sistemi radianti ed illuminati dai pannelli solari, nel pieno rispetto della salute non solo di chi li abita ma anche dell’ambiente. “Temi questi cui i milanesi prestano particolare attenzione- spiega l’assessore alla Salute del Comune di Milano Giampaolo Landi di Chiavenna- come dimostra la loro adesione alle campagne di prevenzione che abbiamo lanciato in questi anni, alle quali hanno risposto positivamente anche quando sono stati invitati ad adottare stili di vita più corretti. E si riveleranno senz’altro interessati a visitare la Casa del Ben-Essere che è il primo esempio di abitazione completamente sana e priva di rischi, perché tutti i componenti sono stati trattati con materiali atossici ed anallergici. Con questo progetto abbiamo, quindi, dimostrato che è possibile impiegare in modo virtuoso numerosi prodotti già in commercio e soluzioni sperimentate, tutte certificate secondo gli standard più recenti ed affidabili, in grado di rispondere efficacemente non solo ai problemi logistici ma anche alle giuste richieste di comfort”.

Per due mesi i cittadini, accedendo ai Giardini “Indro Montanelli” dagli ingressi di Porta Venezia e dei Bastioni, avranno modo gratuitamente di girare negli ambienti di questa, che nonostante sembri una casa del futuro, è già realtà. Un’opportunità offerta dall’ iniziativa che, presentata oggi, è promossa e realizzata, con il patrocinio dell’Assessorato alla Salute del Comune di Milano, da Fumagalli Edilizia Industrializzata e GranitiFiandre-Gruppo Iris Ceramica, in collaborazione con un pool di imprese specializzate nell’edilizia, nella domotica, nel settore energetico e nell’arredamento. Ma l’interesse per la Casa del Ben-Essere non finisce qui: tra maggio e luglio sarà, infatti, al centro di talk-show e dibattiti. Del resto non poteva non attirare l’attenzione di esperti e cattedratici questa abitazione a misura d’uomo che tiene conto di vari aspetti: dalla salute al risparmio energetico. “Le esigenze più autentiche e vitali di ciascuno che- conclude l’assessore Landi di Chiavenna- devono trovare risposta nell’applicazione delle nuove iniziative dell’abitare sociale, di cui la nostra città avverte fortemente il bisogno. Oltre che costituire un elemento di riflessione non solo per i cittadini, ma soprattutto per gli operatori e gli amministratori in previsione delle sfide che Milano è chiamata ad affrontare con EXPO 2015”.

di Marisa Moliner

Commenti