Caso Henriquet Nuova denuncia al Csm

Nuova denuncia di Pietro Randazzo, responsabile sanità di Unione a sinistra, in relazione al procedimento giudiziario contro il professor Franco Henriquet, presidente dell’Associazione Gigi Ghirotti, già rinviato a giudizio con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti. Una precedente denuncia dello stesso Randazzo, nel giugno del 2007, è stata archiviata - «perché il fatto non sussiste» - dal Consiglio superiore della Magistratura, competente in quanto l’iniziativa si rivolgeva contro un magistrato, «reo» - secondo Randazzo - di accanimento giudiziario nei confronti di Henriquet.
Ora la denuncia viene riproposta, con intatte motivazioni: «Il sottoscritto e il professor Henriquet - scrive Randazzo - hanno fatto una battaglia a livello nazionale affinché venisse applicata la direttiva europea che permette e incentiva il riutilizzo dei farmaci con ingenti risparmi per lo Stato. Il Csm ha voluto archiviare il comportamento tenuto nei confronti dell’associazione e del suo presidente, senza metter in luce le motivazioni che hanno indotto ad avviare l’inchiesta». Per questo, Randazzo, pur confermando di aver sempre avuto fiducia nella magistratura», rinnova la denuncia, chiedendo «giustizia su un’ingiustizia fatta da chi la giustizia dovrebbe amministrarla con buon senso».