A Castell’Arquato "chi vuol essere lieto sia"

Un week end dedicato al Carnevale alla Veneziana nel paese piacentino, Castell’Arquato

A Castell’Arquato "chi vuol essere lieto sia"

di Franca Iannici

Semel in anno licet insanire ovvero “una volta all’anno è lecito impazzire”, antico detto che si riferisce allo spirito del Carnevale cioè al rovesciamento dell'ordine per un breve periodo in cui tutto era lecito e consentiva di abbandonarsi agli eccessi e di dare agli umili l'illusione di essere simili ai potenti, un modo per alleggerire le tensioni. E tanto per continuare la tradizione ecco che alla lunga lista delle città più note dove viene festeggiato il Carnevale quest’anno si aggiunge Castell’Arquato, un borgo medievale del piacentino, che dopo varie edizioni di Rivivi il Medioevo il 25 febbraio si travestirà con gli abiti settecenteschi del “Carnevale alla Veneziana”, in una sorta di gemellaggio con la città veneta.

Seguendo il motto “che la bellezza inganni la Morte”, che riecheggia il motto di Lorenzo de’ Medici “chi vuol essere lieto sia/del domani non v’è certezza”. Il paese emiliano si trasformerà così in un enorme palcoscenico con una manifestazione aperta a tutti purché mascherati con gli abiti dell’epoca di Casanova. Il programma prevede anche danze e commedie dell’arte nella piazza Medievale, nel palazzo del Podestà e nelle Grotte di Santo Spirito e per l’occasione i negozi rimarranno aperti sino a tarda sera e magari essere immortalati in una foto ricordo scattata dai fotografi che gireranno per le strade del paese "catturando" i momenti clou della festa.

I negozi rimarranno aperti fino a tarda sera e i bar e le sale da tè serviranno brunch e aperitivi mentre nei ristoranti di Castell'Arquato, al costo di 30 euro (bevande escluse) si potrà prendere parte alla cena in costume. Sarà possibile noleggiare i costumi in molti esercizi commerciali del borgo mentre e ci sarà perfino il concorso finale per premiare le 12 maschere più belle. In premio 3 weekend per 2 persone, 4 cene per due in ristorati tipici, 4 buoni acquisto in atelier del borgo e 1 cesto di prodotti tipici del luogo. Chi desidera fermarsi per il week end del 24/25 febbraio potrà trovare interessanti pacchetti presso resort, agriturismi, hotel e B&B del borgo piacentino a partire da 164 euro a coppia che comprendono l’esclusiva Vip Card per ogni ospite per recarsi a Fidenza Village Chic Outlet Shopping.

Ma qual è il significato del carnevale? La parola deriva dal latino "carnem levare" ("eliminare la carne") poiché anticamente indicava il banchetto che si teneva l'ultimo giorno di carnevale (martedì grasso), subito prima della Quaresima, periodo di di quaranta giorni che precede la Pasqua di rigorosa astinenza e digiuno. Mentre la pratica del travestimento risale al Paleolitico, quando, in occasione dei riti magici, gli stregoni adornavano di piume e sonagli e si coprivano il volto con maschere dipinte dall'aspetto terrificante per scacciare gli spiriti maligni.
Per informazioni:
- www.carnevale2012.altervista.org
- www.leondorocastellarquato.it

Commenti