Chi sono i doppiopesisti della libertà di stampa

Presidenza del presidente Gianfranco Fini. Sull’ordine dei lavori.
Antonello Soro (Pd). Nel manifestare preoccupazione per la pericolosa deriva che sta caratterizzando il confronto politico nel nostro Paese, giudica inaccettabile che nell’ambito di organi di stampa siano state rivolte al presidente della Camera, al quale manifesta solidarietà, espressioni di stampo intimidatorio e ricattatorio che, oltre a ledere la dignità dell’istituzione parlamentare, rappresentano una minaccia per la libertà dei cittadini. Nell’esprimere quindi disagio e preoccupazione per l’accaduto, ritiene necessario riaffermare l’esigenza di un confronto politico basato sul rispetto delle regole.
Rocco Buttiglione (Udc). Nell’esprimere, anche a nome del suo gruppo, sentimenti di solidarietà personale e politica al presidente della Camera per il grave attacco rivoltogli da una testata giornalistica, giudica l’intento ricattatorio a esso evidentemente sotteso inaccettabile e pericolosamente capace di interferire con il corretto funzionamento della stessa istituzione repubblicana. Manifestata altresì seria riprovazione per il similare attacco condotto in particolare in danno di testate giornalistiche, esprime forte preoccupazione per il progressivo instaurarsi di un clima di intimidazione e di minaccia contro le forze politiche che hanno mostrato di rifiutare l’affermarsi di una concezione plebiscitaria della politica, sollecitandole ad attivarsi per evitare il possibile affossamento della democrazia italiana.
Fabio Evangelisti (Idv). Nel ritenere che gli attacchi rivolti al presidente della Camera possano configurarsi come avvertimenti di stampo mafioso, esprime solidarietà al presidente Fini invitandolo, altresì, a chiedere al presidente del Consiglio di riferire alla Camera sulla situazione economica e sociale del Paese, sullo stato della maggioranza che sostiene il governo, nonché sugli attacchi rivolti alla magistratura.
Fabrizio Cicchitto (Pdl). Nell’esprimere, anche a nome del suo gruppo, sentimenti di solidarietà al presidente della Camera per i gravi attacchi di cui è stato fatto segno ad opera del quotidiano Il Giornale, manifesta parimenti piena solidarietà al presidente del Consiglio per le reiterate aggressioni da tempo perpetrate nei suoi confronti da parte del quotidiano la Repubblica, reputando necessario procedere ad una valutazione equa e non meramente strumentale dei suddetti episodi.
Manuela Dal Lago (Lnp). Esprime la solidarietà del suo gruppo sia al presidente della Camera sia a tutti coloro che, incluso il presidente del Consiglio, hanno subito attacchi da parte di testate giornalistiche. Sottolinea, quindi, la necessità che gli organi di stampa concentrino la propria attenzione sui reali problemi che affliggono il Paese.
Presidente. Ritiene che, per il doveroso rispetto nei confronti delle istituzioni, la questione sollevata dovrà essere affrontata in altra sede di natura politica e giudiziaria.
Emanuele Fiano (Pd). Esprime solidarietà al dottor Giorgio Israel, oggetto di attacchi vergognosi di carattere antisemita.
Giancarlo Lehner (Pdl). Nel ritenere che il sistema liberal-democratico non si fondi solo sull’istituzione parlamentare ma anche sulla libera espressione delle opinioni di ciascuno, manifesta sconcerto per le posizioni espresse in Aula sui contenuti delle testate giornalistiche.
Atti Parlamentari — VI — Camera dei Deputati XVI legislatura — sommario — Seduta del 15 settembre 2009 — N. 214