Cimice in Comune: «Diteci subito chi l’ha messa»

Cimice in Comune: «Diteci subito chi l’ha messa»

È giallo a Palazzo Marino. Durante l’ultima bonifica, è stata trovata una microspia sotto il tavolo di Giuseppe Sala, il city manager voluto dal sindaco Letizia Moratti, ex direttore generale di Telecom Italia. L’allarme è scattato tra la fine di agosto e l’inizio di settembre quando l’avvocatura comunale ha presentato una denuncia contro ignoti. La Procura di Milano ha immediatamente aperto un’inchiesta e l’ipotesi di reato è di interferenza illecita nella vita privata.
La bonifica è stata effettuata solo al secondo piano del palazzo, per esplicita richiesta del segretario generale Giuseppe Mele. Proprio lì aveva sede l’ufficio di Rita Amabile, la super manager indagata nell’ambito dell’inchiesta sugli stipendi d’oro dei dirigenti comunali. Con tutta probabilità la cimice è stata nascosta durante un cambio di mobili avvenuto in estate.
Bocche cucite a Palazzo Marino, dove tuttavia si pensa già a come tutelare con più cura le stanze dei bottoni. L’unico commento arriva dal vicesindaco Riccardo De Corato, che esprime la sua solidarietà a Sala: «È sconcertante. Quello che è accaduto ci lascia esterrefatti. Spero che la magistratura ci dia delle risposte celeri».