CITTÀ DELLA SALUTE

Posticipare la decisione sulla sede della futura Città della salute, polo della sanità pubblica che dovrebbe nascere dall’accorpamento dell’Istituto nazionale tumori (Int) e del neurologico Besta di Milano. Per un motivo ben preciso: la scelta merita una riflessione, deve essere condivisa. Il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, scrive al presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e chiede più tempo perchè la decisione sul nuovo polo sia tarata su tutte le variabili in gioco. Nella lettera che è stata recapitata ieri al governatore lombardo alla vigilia della data annunciata come decisiva dalla Regione, il sindaco, conferma l’ok del ministero della Difesa sulla cessione dell’area candidata da Palazzo Marino - la caserma Perrucchetti - e sul rispetto dei tempi celeri richiesti dal Pirellone, ma avanza ugualmente la richiesta di posticipare la decisione, perché una scelta simile non può essere presa solo a partire dalle caratteristiche dell’area, da un punto di vista dunque prettamente urbanistico. Il primo cittadino, sempre a quanto si apprende, mette in evidenza la necessità di considerare le reali esigenze degli utenti e dei lavoratori.

Commenti