Politica

Clan Casalesi, 44 in manette tra la Campania e l'Emilia

All’alba 44 ordinanze di custodia cautelare per esponenti del clan camorrista. Gli arresti sono stati eseguiti in particolare nella zona di Aversa e Modena

Clan Casalesi, 44 in manette 
tra la Campania e l'Emilia

Caserta - I carabinieri hanno eseguito all’alba 44 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti esponenti del clan dei Casalesi emesse dal gip su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Napoli. L’operazione si è svolta in un’ampia fascia del Casertano, in particolare nella zona di Aversa ed anche a Modena. Venti delle 44 ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite dai carabinieri del comando provinciale di Caserta e 12 dai militari di Modena. Due persone sono riuscite a sfuggire alla cattura, mentre il resto dei provvedimenti della magistratura sono stati notificati in carcere a persone già detenute per altri motivi. Fra gli arrestati, anche alcune donne.

In Emilia estorsioni e gioco d'azzardo A Modena i Casalesi operavano prevalentemente nei settori delle estorsioni e del gioco d’azzardo. I carabinieri di Caserta sono state eseguite tra i comuni di Casal di Principe e San Cipriano d’ Aversa, le due roccaforti della cosca, ed anche a Casapesenna. I due indagati sfuggiti alla cattura sono Antonio Aquilone, di 25 anni e Costantino Garofalo, di 24, entrambi di Casapesenna. L’accusa nei loro confronti è di associazione per delinquere di tipo camorristico, detenzione e porto abusivo di armi e munizioni e gioco d’azzardo.

Commenti