Il clic che ha messo nei guai anche Casalino

Soldi, amore: con un clic si può chiedere tutto, come alla sfera di Biancaneve, ma non sempre è una favola. Anzi, come nella vita, brutti incontri e fregature sono a portata di download

Soldi, amore: con un clic si può chiedere tutto, come alla sfera di Biancaneve, ma non sempre è una favola. Anzi, come nella vita, brutti incontri e fregature sono a portata di download. Eppure il fascino dei nuovi orizzonti di criptovalute e bitcoin è innegabile. Ne sa qualcosa José Alvarez, ex compagno di Rocco Casalino. Il grande fratello - o grande fidanzato - è bastato solo a ripianare i debiti accumulati a forza di trading on line. Le chiamano le app dei millennials: scommettere e fare transazioni dal divano piace soprattutto ai più giovani, purtroppo anche inesperti.

L'app del momento, tanto corteggiata quanto sorvegliata dai vecchi lupi di Wall Street è Robinhood (sopra il logo). La chiamano la Instagram dei traders e già il nome promette una certa giustizia sociale. Basta anche solo 1 dollaro per cominciare ad acquistare azioni e titoli. Senza commissioni e anche senza limiti. I tre mesi di lockdown hanno portato a 3 milioni di nuovi account sui 13 milioni di utenti pronti ad investire mini patrimoni fra 1 e 5mila dollari.

Dalla «Tinder dei soldi» a quella degli affetti, online si rischia per denaro, ma anche per amore. Il lockdown non ha fatto che oliare le interconnessioni del dating on line di storiche applicazioni come Meetic, Struck, che sfrutta le affinità astrologiche, e, appunto Tinder che sfrutta la vicinanza. Meetic, in particolare, con il suo target più maturo alla ricerca di legami stabili, esiste ormai in 8 lingue e il Covid le è valso un 22% in più di contatti solo a marzo. Tinder è democratica: accoglie flaneur e sciupafemmine o maschi con picchi da lockdown fino al 73% di interazioni in più rispetto al 2019. Lei «vorrebbe solo parlare», i lui erano un poco più espliciti. Ma si sa. Un'app è per sempre, o almeno finché dura.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.