Colombia: le Farc guadagnano 1-2 miliardi di dollari l'anno dalla cocaina

I guerriglieri avrebbero raggiunto nel 2007 un accordo segreto con i cartelli messicani

Un guadagno enorme: 1-2 miliari di dollari l'anno. E' quanto le Farc colombiane incassano dalla produzione dalla vendita della cocaina. Secondo Bloomberg News, le Farc, Forze armate rivoluzionarie della Colombia, hanno raggiunto nel 2007 un accordo segreto con i boss messicani della droga. Risultato: grazie a quell'intesa, non c'è più nessuna mediazione fra i terroristi e i cartelli messicani. Oltre il 90 per cento della cocaina che arriva negli Stati Uniti parte dalla Colombia e viene gestita da cartelli famigerati come quello di Tijuana, Sinaloa, Juarez e del Golfo. A sentire il Dipartimento della giustizia Usa, il flusso di stupefacenti che arriva negli Stati Uniti via Messico vale 12,2 miliardi di dollari l'anno, pari al budget militare di un paese come il Canada. E le Farc, in guerra da decenni con il governo centrale di Bogotà, incasserebbero una cifra compresa fra 1 e 2 miliardi di dollari ogni dodici mesi. Ma, secondo gli analisti, la cifra potrebbe anche essere superiore. L'accordo con i narcos venne raggiunto da Raul Reyes, uno dei leader delle Farc, poi ucciso in un blitz dei militari colombiani in Ecuador all'inizio di marzo 2008.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.