Stile

Colta e glamour Un'amica da sfogliare

Il direttore Silvia Grilli: «Siamo ancora giovani». Lunedì grande festa a Milano

Margherita Tizzi

«Un'amica al vostro fianco», era il claim che appariva sulla prima copertina del 1938. Perché Grazia si occupava di moda e attualità, di lavori femminili e passatempi, senza dimenticare le rubriche di galateo che aprirono un vero e proprio dialogo con le lettrici, di cui cantò il successo anche Francesco Guccini in Il compleanno (1970).

La rivista, insomma, diventò un punto di riferimento per le donne italiane e «oggi mi batto perché rimanga tale - confessa Silvia Grilli, direttrice dal 6 dicembre 2012 -. Dopo 80 anni in edicola, infatti, ci sentiamo ancora giovani e in grado di fare la differenza, certe delle notizie che diamo». Così, per festeggiare la longevità del magazine del Gruppo Mondadori e omaggiare la carta stampata, dal 18 settembre sarà in vendita, nelle edicole e nelle librerie (italiane ed estere), «Celebrating Made in Grazia», un libro speciale di 468 pagine, con interviste e storie di grandi autori, e con immagini di star della fotografia che celebrano alcuni talenti del Belpaese e raccontano un patrimonio di cultura e genio internazionale. «È un prodotto di lusso che sancisce il primato della storia ben scritta, l'autorevolezza accertata della carta. Perché quest'ultima non morirà mai - continua Grilli -. Con questo non rinneghiamo affatto la velocità del web, anzi la sfruttiamo, ci giochiamo. Le riviste non devono mettersi in competizione con l'online: devono e possono offrire un prodotto completamente diverso, ma complementare, per raggiungere un pubblico più cross generazionale possibile. Basti pensare che siamo stati i primi a mettere in copertina Chiara Ferragni e ricordo che lei piangeva di gioia perché, in quel momento, l'autorevolezza le arrivava proprio dalla carta stampata. Poi abbiamo fatto conoscere altre influencer e blogger, imprenditrici digitali che hanno democratizzato la moda».

Insomma, la forza di Grazia è quella di riuscire a passare di madri in figlie, e perché no, di padri in figli. «Celebrating Made in Grazia» sarà svelato in anteprima lunedì sera, durante la festa organizzata alla Rotonda della Besana, a Milano, e patrocinata da Camera Moda e Comune di Milano. L'evento si aprirà con uno show ispirato ai valori del magazine (made in Italy, internazionalità, creatività, eleganza, sostenibilità), cui parteciperanno, tra gli altri, Pixie Lott, Patty Pravo, l'étoile Eleonora Abbagnato e Ireland Basinger-Baldwin, modella-regina di Instagram, figlia di Kim Basinger e Alec Baldwin, e protagonista del numero del settimanale attualmente in edicola. Inoltre, Michelangelo Pistoletto ha realizzato per l'occasione un'installazione, «Terzo Paradiso», su una superficie di 42 mq, utilizzando 12000 copie di Grazia (che resterà aperta al pubblico fino al 21). Chissà se tutte di edizione italiane: perché Grazia è un giornale esportato nel mondo. Dalla Gran Bretagna alla Francia, passando per la Cina, ne esistono 20 edizioni che accompagnano le generazioni di altrettanti paesi. Giovane e cosmopolita dal 1938.

Commenti