Concerto del Boss Le Poste italiane e la busta sparita

In relazione all'articolo «Regala alla figlia il concerto del “Boss”: le Poste glielo negano» (Il Giornale Genova del 07 agosto pag. 38), Poste Italiane intende scusarsi per quanto accaduto col cliente, ma nel contempo ricorda che in base ai parametri previsti dalla Carta della Qualità dei prodotti postali, in relazione all'accaduto può essere posto reclamo anche da parte dello stesso mittente (…il mittente, il destinatario o persona da essi delegata) compilando una «lettera di reclamo da inviare a Casella postale 160 - 00144 Roma; oppure contattando il Customer Service di Poste Italiane al numero 803.160; oppure compilando “on-line” una “lettera di reclamo” accessibile dal sito internet www.poste.it nella specifica sezione “contattaci”. Qualora il cliente non considerasse soddisfacente l'esito del reclamo potrà adire alla procedura di Conciliazione, uno strumento di risoluzione extragiudiziale del contenzioso realizzato con la partecipazione attiva di 18 Associazioni dei consumatori, che hanno collaborato attivamente alla stesura del documento.
La Conciliazione è una procedura extragiudiziale, gratuita per i clienti, che ha come obiettivo quello di ristabilire la fiducia tra Poste Italiane ed il cliente che ha subito un disservizio. Scopo della Conciliazione è dunque quello di risolvere in modo semplice, veloce e gratuito eventuali controversie dovute a disguidi postali.
Si può ricorrere alla procedura di Conciliazione per controversie fino a 500 Euro che riguardano Posta Celere, Posta Assicurata, Posta Raccomandata, Telegramma, Fax, Pacco ordinario, paccocelere 1 e paccocelere 3. La controversia sarà esaminata entro 120 giorni dalla presentazione della domanda dalla Commissione di Conciliazione composta da un rappresentante di Poste Italiane e da un rappresentante delle Associazioni di Consumatori per conto del cliente. La domanda di Conciliazione può essere presentata solo se è stato già effettuato reclamo e la risposta di Poste Italiane sia stata ritenuta insoddisfacente. Hanno diritto a presentare domanda sia le persone fisiche che le aziende. Il modulo per la domanda di conciliazione è disponibile e può essere presentato gratuitamente in tutti gli uffici postali e presso le sedi delle Associazioni dei Consumatori. È inoltre scaricabile direttamente dal sito internet www.poste.it.
*ufficio comunicazione territoriale
Piemonte Liguria e Valle d’Aosta
Poste Italiane

Commenti