Consegnata Seabourn Sojourn nave superlusso di Carnival

Dotazioni e strumenti d'avanguardia nel più grande rispetto dell'ambiente. A bordo 225 luxury-suite per 450 fortunati ospiti

Consegnata Seabourn Sojourn nave superlusso di Carnival

I Cantieri T. Mariotti di Genova, tra i lea­der nel segmento della progettazione e co­struzione di navi da crociera superlusso, hanno consegnato la nuova nave da crocie­ra ultra luxury «Seabourn Sojourn», secon­da delle tre unità commissionate da Sea­bourn Cruise Line (il marchio top luxury del Gruppo Carnival).L’investimento comples­sivo è di circa 550 milioni di euro. La nuova unità, gemella della precedente «Seabourn Odyssey» consegnata nel 2009, è un esempio dell’eccellenza della cantieristi­ca navale made in Italy e ha una stazza lorda di 32mila tonnellate. È lunga 198 metri, lar­ga 26 e raggiunge una velocità massima su­periore ai 20 nodi. All'interno trovano spazio 225 luxury sui­tes in grado di offrire a 450 ospiti il massimo comfort e il rapporto spazio passeggero tra i più alti del mercato. Inoltre, tra i dettagli uni­ci per una nave di questa taglia, la presenza di una vera e propria marina a poppa per raggiungere direttamente il mare. Come da tradizione per le navi da crociera ultra luxury realizzate da T. Mariotti, anche «Seabourn Sojourn» possiede innovative dotazioni tecnologiche, in particolare il Sa­fety Management System Control, un siste­ma computerizzato di ultima generazione che gestisce la sicurezza funzionale di tutti i dispositivi installati a bordo della nave e l’In­dipendent Propulsion System, ovvero due sale macchina completamente indipenden­ti che permettono la regolare navigazione anche in caso di emegenza. Il livello tecnologico della nave è dimostra­to anche dalla grande quantità di cavi di au­tomazione installati ( 80 km), un valore para­gonabile al 75% della dotazione media di una nave da 110mila grt. Il raffinato disegno stilistico realizzato dallo studio di architettu­ra norvegese Yran & Storbraaten, caratteriz­za un’elegantissima green ship concepita per la massima ecocompatibilità, grazie al­l’impiego di un impianto di smaltimento ri­fiuti tecnologicamente avanzato e alla certi­ficazione Green Star ( la più alta garanzia an­ti inquinamento) e la sicurezza a bordo, assi­curata dalla conformità ai severi regolamen­ti International Maritime Organization.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti