Corti, lunghissimi o rasati la prova taglio si fa sull'app

Tecnologia e bellezza unite da Samsung e l'Oreal A Milano il Salone pilota, si copia il look delle star

Alice Rosati

L'80% delle Millenials, ovvero la generazione dai 25 ai 35 anni protagonista della rivoluzione digitale, usa lo smartphone e per il 73% di loro sentirsi bene e apparire belle è molto importante. A dirlo è la ricerca Women 2020 condotta dalla Meredith Corporation, che evidenzia come le donne del nuovo millennio siano attente alla cosmetica, al mondo della bellezza e di come, con le loro dinamiche di acquisto, stiano influenzando il modo di fare business delle aziende. Sempre connesse, consapevoli, informate, alla ricerca di servizi smart che capiscano le loro esigenze e diano delle risposte concrete in tempo reale. Per le Millenials la personalizzazione è fondamentale e i problemi si risolvono con un'app. Il recente studio «The impact of millennials'consumer behaviour on global markets» sottolinea come queste ragazze multitasking si aspettino di vivere esperienze uniche e confezionate su misura. Il mondo della bellezza si sta adattando a questa nuova esigenza femminile di avere risultati immediati per ostentare la propria unicità e diventare delle influencer. E la chiave del successo è unire tecnologia e beauty, proprio come hanno fatto Samsung e L'Oreal Prodotti Professionali Italia, azienda leader nel mercato dell'hairdressing professionale nel nostro Paese, con il progetto Salon e-Motion 2.0 per modernizzare i saloni con l'inserimento di device come gli Smart Outdoor Signage di Samsung. Questo supporto tecnologico facilmente fruibile aggiunto al know how degli acconciatori trasforma taglio, colore e piega in una vera e propria esperienza dove si scelgono i trattamenti, si dialoga con il personale e alla fine di tutto si scatta l'immancabile selfie nella postazione dedicata. Moha Hair di via Parmigianino 11 è uno dei due saloni pilota a Milano che rappresenta il futuro dei «parrucchieri digitalizzati». L'esperienza emozionale inizia ancora prima di entrare. Il monitor posto in vetrina, infatti, trasmette uno streaming di contenuti in continuo aggiornamento che stimola a varcare la porta. La scelta del «cosa fare» diviene più facile e divertente grazie ad un tablet dove guardare gallerie di foto con trend e star cui ispirarsi e che serve per individuare esattamente l'effetto o la tonalità di colorazione desiderati. Le nuove icone di riferimento? Sono le regine dei social media: dalla cantante Taylor Swift che conta oltre 90 milioni di followers su Instagram, alle nuove super modelle Cara Delevingne, Gigi Hadid e Kendall Jenner. Grazie alla zona shopping, il Salone diventa anche un negozio per acquistare i prodotti da utilizzare a casa, basta avvicinare il codice a barre della confezione al lettore per visualizzare la descrizione e il prezzo. Il tutto in completa autonomia e senza l'imbarazzo di sentirsi costrette a comprare. A completare il parrucchiere 2.0 c'è il selfie mirror, ovvero uno schermo touch screen con il quale è possibile scattare una foto ed inviarla al proprio indirizzo e-mail per condividerla sui social. La formula del salone emozionale si sta dimostrando vincente e a dimostrarlo sono i numeri: +50% di clienti in un anno e il 94% ha acquistato anche un trattamento a domicilio. La bellezza, quindi, oltre a essere consapevole è sempre più tecnologica, complice l'anima trasformista delle donne più giovani e la richiesta di poter sperimentare trasformazioni estetiche prima virtualmente che fisicamente. E se, ad esempio, copiare il look della propria celebrity preferita non basta, a fare da problem solving alla generazione del «voglio tutto e subito» ci sono le app. Come Style my hair di L'Oréal Professionnel che permette di sperimentare tagli, colori e acconciature in modo più che realistico. Basta scattare una fotografia con il viso centrato, i capelli tirati indietro e giocare con le capigliature proposte. Le ispirazioni, create in collaborazione con Puretrend.com, arrivano dalle sfilate, dai red carpet e dallo street style. L'ultima nata è l'app Get the look di Rimmel che funziona come una sorta di «Shazam del trucco». Permette, infatti, di catturare qualsiasi make-up look visto su una amica o su una rivista e, grazie alla realtà aumentata, di provarlo immediatamente sul viso con una precisione millimetrica. Ma l'elenco di questo genere di servizi è lunghissimo, per non parlare dei tool high-tech che arrivano dal futuro. Dal device portatile Day Moisture Nano Care di Panasonic che se posizionato vicino al letto idrata i capelli mentre si dorme, alla Amika Movos Wireless Styler che può essere usata in modalità wireless, al laser HairMax, dal design firmato Pininfarina e presentato all'ultimo CES di Las Vegas, che fa crescere i capelli più sani e robusti.

Commenti

Grazie per il tuo commento