Crisi, l'allarme sicurezza del Viminale

Il ministro dell'Interno: "Situazioni di criticità sociale connesse all’attuale congiuntura economica"

Crisi, l'allarme sicurezza del Viminale

Si è svolto, al Viminale, il comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica. L’annuncio dell’inizio dei lavori, a cui ha preso parte anche il presidente del Consiglio Enrico Letta, è stato dato dal ministro dell’Interno, Angelino Alfano, con un tweet. Al comitato partecipano i vertici delle forze dell’ordine e dei servizi di intelligence.

Nel suo intervento il ministro Alfano, tra le altre cose, si è soffermato sulle "situazioni di criticità sociale connesse all’attuale congiuntura economica", sottolineando che c’è la "necessità di tenere alto il livello di attenzione anche per i riflessi sotto il profilo dell’ordine pubblico". In un periodo di crisi economica, del resto, è normale che aumentino le forme più o meno violente di protesta, così com'è prevedibile che qualcuno possa tentare di inserirsi nel disagio sociale soffiando sul fuoco. Nel corso della riunione il Comitato ha svolto "un’ampia e approfondita analisi sullo stato della sicurezza nel Paese".

Intervistato al Tg1, il ministro degli Interni ha inoltre assicurato che di violenza sulle donne "parleremo nel prossimo Consiglio dei ministri, anche nella logica di quanto proposto da Josefa Idem, che ha lanciato l’idea della task force. Una rotta c’è già ed è il piano nazionale contro la violenza sulle donne approvato nel corso della scorsa legislatura".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento