Cronaca internazionale

Dal "re del rossetto" alla star del basket: che cos'è il livestream shopping, l'ultima moda cinese

Il campione di basket James Harden è riuscito a vendere oltre 10mila bottiglie di vino in pochi secondi grazie alla magia del livestream cinese, un fenomeno in voga ormai da diversi anni oltre la Muraglia

Dal "re del rossetto" alla star del basket: che cos'è il livestream shopping, l'ultima moda cinese

Ascolta ora: "Dal "re del rossetto" alla star del basket: che cos'è il livestream shopping, l'ultima moda cinese"

Dal "re del rossetto" alla star del basket: che cos'è il livestream shopping, l'ultima moda cinese

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

La star dell’Nba, James Harden, ha venduto 10mila bottiglie di vino del suo marchio in Cina nel giro di una manciata di secondi. È questo il sensazionale risultato ottenuto dal campione di basket grazie alla magia del livestream cinese, un fenomeno in voga ormai da diversi anni oltre la Muraglia. E che sta attirando decine di milioni di utenti virtuali, in continua ascesa e pronti a comprare prodotti pubblicizzati mediante la registrazione in diretta di varie sessioni video.

Il caso Harden

Harden, guardia (forse non per molto) dei Philadelphia 76ers, ha promosso in Cina il suo vino J-Harden in un livestream, lo scorso martedì, su Douyin, la versione cinese di TikTok, ospitato dalla celebrità online Crazy Brother Yang. Il livestream ha attirato più di 15 milioni di spettatori, secondo il quotidiano cinese Global Times. Si tratta di un bacino enorme di potenziali clienti.

Durante la diretta, Yang ha chiesto ad Harden quante bottiglie di vino e solito vendere in un giorno. "Alcune", ha risposto lo sportivo. "Ti darò un'idea di quanti ordini posso fare in un istante", ha risposto Yang, decretando, per 14 secondi, l’apertura degli acquisti da parte del pubblico di fronte alla telecamera. Al primo tentativo sono stati registrati 5mila ordini di due bottiglie da 60 dollari a coppia. Dopo un secondo round altre 6mila bottiglie sono andate esaurite in pochi secondi.

Il fenomeno del livestream in Cina

Negli ultimi anni, in Cina lo shopping livestream è diventato un business in forte espansione, nonché un vero e proprio fenomeno culturale. Le principali piattaforme di livestreaming hanno registrato quasi 174 miliardi di dollari di vendite nei primi sei mesi di quest'anno, secondo l’agenzia Xinhua, l'agenzia di stampa statale cinese. Oltre 2,7 milioni di livestreamer hanno ospitato 110 milioni di spettacoli e venduto 70 milioni di tipi di prodotti, ha riferito la stessa fonte il mese scorso, citando i dati del Ministero del Commercio.

Celebrità e star dello sport sono soliti collaborare con i livestreamer per promuovere i loro prodotti. La vicenda di Harden è un esempio eclatante di tale tendenza. Il livestream di Harden è diventato un argomento di tendenza su Weibo, un sito di microblogging cinese. Del resto, con una popolazione di 1,4 miliardi di persone e un gruppo a reddito medio di oltre 400 milioni di individui, la Cina è il mercato più promettente al mondo.

Affari d’oro

Alcuni streamer sono persino diventati famosi. I più rilevanti, tra cui Li Jiaqi - la cui abilità nel provare e lanciare prodotti per il trucco gli è valsa il soprannome di "re del rossetto" - sono in grado di attirare decine di milioni di spettatori per sessione. Un esempio emblematico? Kim Kardashian una volta è apparsa con un altro streamer cinese di alto livello, Viya, per promuovere il suo profumo in Cina. Alla fine ha venduto 15mila bottiglie in pochi minuti.

Come ha scritto il New York Times, questo formato è emerso in Cina diversi anni fa, salvo poi affermarsi onnipresente durante la pandemia di coronavirus. Adesso quasi la metà degli utenti Internet della Cina (circa un miliardo) ha provato questa tendenza, che rimane tuttavia in gran parte sconosciuta in Occidente. Per gli americani, può ricordare lo shopping televisivo, ma interattivo e, di conseguenza, molto più avvincente.

Commenti