Cronaca locale

Segue due ragazzine e cerca di stuprarle: la furia dello straniero a Milano

Le vittime sono due ragazzine di 14 e di 12 anni: il responsabile, un ecuadoriano, si trova ora ai domiciliari

Dopo aver pedinato due minorenni, tenta di violentarle: 22enne straniero in manette a Milano

Ascolta ora: "Dopo aver pedinato due minorenni, tenta di violentarle: 22enne straniero in manette a Milano"

Dopo aver pedinato due minorenni, tenta di violentarle: 22enne straniero in manette a Milano

00:00 / 00:00
100 %

Ha pedinato due minorenni fin sotto casa e poi le ha aggredite con l'intento di abusare di loro, fallendo per fortuna in entrambe le circostanze: per questo motivo il responsabile, un ecuadoriano di 22 anni, è stato tratto in arresto dai carabinieri del comando di Settimo Milanese su disposizione del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Milano con l'accusa di tentata violenza sessuale.

Gli uomini dell'Arma sono risaliti all'identità dell'uomo a conclusione di una lunga e complessa indagine condotta su due diversi episodi, uno risalente al 30 gennaio del 2023 e l'altro al 19 febbraio di quest'anno.

Nel primo caso la vittima era una ragazzina di 14 anni, che quel giorno stava passeggiando con il proprio cane al guinzaglio. Concluso il giro fuori, l'adolescente fece ritorno a casa, e lo straniero la pedinò fin dentro l'androne del palazzo. Qui avvenne l'aggressione, col 22enne che avrebbe approciato la ragazzina nelle vicinanze dell'ascensore, iniziando a strattonarla e a stringerla a sé con forza. Nonostante il terrore, la vittima, che all'epoca dei fatti aveva appena compiuto 12 anni, si fece coraggio e riuscì a divincolarsi dal viscido abbraccio del maniaco e a scappare.

Una situazione in un certo senso molto simile a quella che sarebbe accaduta appena un anno dopo alla seconda vittima, una ragazzina di 12 anni. In questo caso lo straniero prese di mira la sua vittima all'uscita da scuola e iniziò a pedinarla, seguendola pazientemente fin sotto casa. Qui sarebbe scattata ancora una volta la trappola, ma invece che aggredirla nell'androne dello stabile, l'ecuadoriano avrebbe preferito salire in ascensore con la ragazzina e attendere il momento giusto per colpire.

Una volta aperte le portine, lo straniero si sarebbe avventato sulla 12enne, afferrandola per il maglione e tirandola con forza verso di sé. Per la seconda volta, per fortuna, la pronta reazione della vittima sarebbe stata determinante a impedire un abuso: dopo essere riuscita a divincolarsi, l'adolescente era riuscita infatti ad allontanarsi dall'aggressore e a trovare rifugio all'interno di casa.

Grazie alla segnalazione delle due ragazzine e alle descrizioni da loro fornite, gli inquirenti sono riusciti a risalire all'identità del responsabile delle due aggressioni, facendo

scattare le manette ai suoi polsi nella giornata di oggi, sabato 13 aprile: accusato del reato di tentata violenza sessuale, il 22enne di origini ecuadoriane si trova ora ristretto agli arresti domiciliari.

Commenti