Cronaca locale

Bimbi affamati, alla mensa piatti mezzi vuoti

Le segnalazioni arrivano da diversi municipi della Capitale. Clamoroso il caso dell'istituto comprensivo Manzoni, con i bambini tornati a casa affamati. Pronta a intervenire una commissione

Bimbi affamati, alla mensa piatti mezzi vuoti

È scoppiata un'accesa polemica nella Capitale per il servizio mensa offerto ai bambini di una scuola elementare, per la precisione l'istituto comprensivo Manzoni. Secondo quanto affermato dalle famiglie dei piccoli, ai bimbi sarebbero stati serviti dei pasti completamente inadeguati, con scarsissima quantità di cibo. L'ultimo caso si è verificato pochi giorni fa, quando i bambini si sono visti consegnare un piatto praticamente vuoto, con solo tre bocconi di spezzatino e pochissimi spinaci come contorno. I piccoli stanno tornando a casa affamati, motivo per cui i genitori hanno deciso di attivarsi, facendo sentire tutto il loro malcontento.

A confermare la condizione del servizio mensa anche lo stesso personale scolastico, che ha ammesso di aver notato dei cambiamenti. Le porzioni dei pasti si stanno riducendo sempre di più, anche per quanto concerne la frutta. Il quotidiano Repubblica, che sta seguendo il caso, ha mostrato la foto di uno dei piatti consegnati ai piccoli alunni. La fotografia è finita anche sul tavolo dei vertici del municipio VII e in breve è scoppiato il putiferio, dato che il Comune di Roma a occuparsi della refezione scolastica. Marcello Morlacchi, vicepresidente VII Municipio, ha immediatamente contattato il consiglio d'istituto della scuola per conoscere lo stato delle cose.

Presto, secondo quanto appreso dal quotidiano romano, una commissione composta da alcuni genitori visiterà il refettorio per verificare le condizioni del servizio mensa. Ci sono infatti dei criteri inseriti all'interno del bando che devono essere rispettati. Una volta effettuato il sopralluogo la commissione dovrà informare il vicepresidente Morlacchi.

Il caso della mensa dell'istituto Manzoni sta ovviamente facendo il giro del web, tanto che l'episodio ha avuto l'attenzione dell'associazione Ge.ni.ma - Genitori in rete, secondo cui non sarebbero solo i bimbi del Manzoni a patire la fame. Porzioni scarse sarebbero state servite anche all'istituto comprensivo Piazza Forlanini, nel XII municipio. Al Forlanini sono addirittura entrati i genitori, furiosi dopo aver ascoltato le lamentele dei figli. Segnalazioni di pasti inadeguati arrivano anche dal V municipio.

"Il cibo non viene pesato ogni volta. Ma c'è un piatto campione, una sorta di guida per tutti gli altri che devono essere composti. E per comporli, si fa a occhio", spiega a Repubblica uno dei membri della commissione.

"Per monitorare l'adeguatezza e qualità del servizio sono stati istituiti due tavoli di lavoro, uno con i rappresentanti delle commissioni mensa e uno di monitoraggio complessivo sull'appalto", ha fatto sapere l'assessorato alla Scuola di Roma Capitale, parlando del caso della Manzoni. "Naturalmente se confermato si tratterebbe di una cosa estremamente grave. Per questo procederemo con le verifiche del caso".

Commenti