Cronaca locale

Tanti si vestirono per lui da supereroe: il piccolo Mirko non ce l'ha fatta

In centinaia risposero all'appello lanciato dai genitori del bimbo, travestendosi da supereroi e affollando il piazzale antistante l'ospedale

In tanti si vestirono per lui da supereroe: il piccolo Mirko non ce l'ha fatta

Ascolta ora: "In tanti si vestirono per lui da supereroe: il piccolo Mirko non ce l'ha fatta"

In tanti si vestirono per lui da supereroe: il piccolo Mirko non ce l'ha fatta

00:00 / 00:00
100 %

Purtroppo il piccolo Mirko non ce l'ha fatta: il bimbo, che aveva espresso il desiderio di essere circondato dai suoi supereroi preferiti, non è riuscito a vincere la dura battaglia contro il grave tumore ai polmoni a causa del quale si trovava da tempo ricoverato presso l'ospedale Regina Margherita di Torino.

La vicenda

Il suo cuoricino ha smesso di battere nella giornata di ieri venerdì 23 giugno, lasciando nello sconforto i genitori e tutti coloro i quali si erano interessati alla sua vicenda, manifestando grande affetto e partecipazione. A partire dallo scorso 2 giugno quando, rispondendo a un appello lanciato dalla mamma e dal papà del bambino, in centinaia si erano presentati in costume da supereroi per esaudire il desiderio del piccolo paziente. Non solo amici di famiglia, ma semplici cittadini, commossi per la storia di Mirko si erano dati appuntamento sotto l'ospedale infantile di piazza Polonia.

Alcuni supereroi si erano calati dall'alto con delle funi, sorprendendo Mirko e gli altri piccoli pazienti, e portando loro dei regali. Una scena che aveva scaldato il cuore del bimbo e dei suoi genitori. "Non sapeva nulla e neppure noi immaginavamo che potesse esserci una festa così bella per lui", aveva detto a Repubblica il papà del bimbo nel ringraziare tutti i partecipanti, "una dimostrazione di amore che non potevamo immaginare". "È molto emozionato, molto colpito e felice, pieno di pupazzi che gli sono stati regalati", aveva aggiunto.

Il triste epilogo

La forma molto aggressiva di tumore al polmone che lo aveva colpito è risultata purtroppo fatale. Mirko aveva ricevuto la diagnosi circa un anno fa, quando era arrivato all'ospedale con dei problemi respiratori e una febbre molto alta: inizialmente i medici avevano pensato che potesse trattarsi di Covid, poi, purtroppo, è arrivata la terribile diagnosi.

La notizia della morte di Mirko è stata confermata dalla direttrice del reparto di Oncologia Pediatrica del Regina Margherita di Torino Franca Fagioli. "Ci spiace moltissimo", ha dichiarato quest'ultima. "Abbiamo cercato di accompagnare lui e la famiglia in questo doloroso percorso aiutati da molti generosi e sensibili cittadini. Come sempre", ha aggiunto. "Speriamo che la ricerca preclinica e clinica ci permetta di guarire sempre più bambini e adolescenti", ha concluso la dottoressa Fagioli. I familiari hanno comunicato la data dei funerali del bimbo, che si svolgeranno presso la chiesa di Madonna di Campagna alle ore 11:00 del prossimo martedì 27 giugno.

Commenti