14enne scomparsa a Pioltello, c'è una chiamata choc ai genitori: "Vostra figlia è roba nostra"

La ragazza è scomparsa a Pioltello lo scorso 14 gennaio mentre andava a scuola

"Tua figlia è roba nostra, non la rivedrai più". È il contenuto della chiamata choc che hanno ricevuto i genitori della 14enne scomparsa a Pioltello, in provincia di Milano, lo scorso 14 gennaio, mentre andava a scuola.

La famiglia, proprio nel giorno della sparizione della figlia, ha ricevuto una telefonata dallo zio di quel ragazzo che è stato visto in compagnia della teenager, l’ultima volta che si hanno avute sue tracce e notizie: "Non ti preoccupare per tua figlia, lei è roba mia e non tornerà a casa". A parlare è appunto una voce maschile, adulta.

Il padre di Elena, come riporta FanPage, chiede un incontro a quella persona, ottenendo però inizialmente solo un diniego, perché in seguito quell'uomo accetta di incontrarsi con lui, fissando l’appuntando a Mortara, in provincia di Pavia, ma non si presenterà nessuno. Da lì la denuncia ai carabinieri e le indagini in corso per riportare a casa la ragazza.

La madre di Elena, alle telecamere di Chi l’ha visto?, ha fatto un appello ai rapitori, implorandoli di restituire la figlia.

Commenti
Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 24/01/2019 - 13:41

provi contattare quelli del PD, frequentatori dei Centri Sociali e verifica che tua figlia non sia di quelle a cui piace la neve e non solo, poi fatti una esame di coscienza come l' hai educata