Il 2015 nero degli automobilisti: continui rincari e l'incubo del nuovo guard rail "leggero"

Il M5S presenta un'interrogazione a Lupi sui nuovi guard rail più leggeri e meno resistenti. E intanto si profila l'incubo di nuovi aumenti...

Code in autostrada tra Firenze sud e Incisa

L'anno che inizia si preannuncia molto duro, per gli automobilisti italiani. Innanzitutto per i rincari dei pedaggi autostradali, di cui il Giornale si era già occupato, ma che potrebbero essere appesantiti da un ulteriore balzello.

Come rivela infatti oggi Daniele Martini sul Fatto Quotidiano, oltre ai rincari concessi dal governo gli automobilisti italiani dover inghiottire un altro boccone amaro: dal 30 giugno i titolari delle concessioni autostradali potranno quasi certamente incamerare il cosiddetto "delta". Si tratta del differenziale tra i rincari già ottenuti a inizio anno e la rimanenza il cui valore è ottenuto sulla base dei parametri dei singoli contratti di concessione.

L'ulteriore incremento sarà legato alla decisione Ue in merito all'allugamento della durata delle concessioni, introdotto dallo Sblocca Italia pochi mesi fa. I bene informati sostengono che Bruxelles sta preparando una sonora bocciatura per il maxi-prolungamento con cui il governo Renzi ha congelato le concessioni autostradali per diversi decenni. Una bocciatura che porterebbe con sé quasi un raddoppio dei rincari.

La questione dei guard rail

Sempre sul Fatto di oggi viene richiamato un decreto del ministero delle Infrastrutture del 6 ottobre scorso con cui si stabiliscono nuove misure per le barriere spartitraffico e per le barriere laterali. Antonello Caporale racconta come su ben duemila chilometri di strade e autostrade i guard rail vengano ridotti di una trentina di centimetri in altezza e avranno minore resistenza contro gli urti, soprattutto contro quelli degli autoarticolati e delle autovetture di maggior peso e potenza. Il tutto per un risparmio di circa il 40%.

L' "alleggerimento" guard rail, se così lo vogliamo chiamare, è giustificato con il pretesto di armonizzare le barriere agli standard europei. Peccato che secondo i dati dell'Associazione europea delle società concessionarie di autostrade, i numeri del traffico giornaliero in Italia sia molto maggiore di grandi Paesi come Francia e Germania.

Interpellato dal Fatto, l'ingegner Mariano Pernetti - che insegna Costruzioni di Strade, Ferrovie e Aeroporti all'Università di Napoli - spiega: "Questa metamorfosi introduce un effettivo abbassamento degli standard di sicurezza. Se però l'urto, a parità di energia trasversale, avviene in condizioni diverse da quelle contemplate, non si è tenuti ad assicurare il contenimento. Vengono così ridotti i livelli minimi di contenimento delle barriere".

Ma il problema non riguarda le sole autostrade: "Non viene imposta la necessità di barriere più robuste su autostrade e strade extraurbane principali, le uniche barriere che danno certezza del corretto contenimento di auto tipo Audi, Bmw ecc...Quelle attualmente previste danno 'certezza' alle sole autovetture tipo Fiat Punto, Opel Corsa... Sulle strade locali extraurbane si adopera un livello di contenimento inadatto a contenere piccoli autocarri e furgoni a pieno carico."

E, manco a dirlo, più leggere e meno "protettive" sono le barriere, meno costano. Il 22 dicembre il M5S ha presentato un'interrogazione al ministro Maurizio Lupi a firma del vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, che però sinora è rimasta senza risposta.

Commenti

frabelli1

Dom, 04/01/2015 - 15:49

Un guardrail non deve per forza essere pesante per essere sicuro ed assirbire bene gli urti. Deve essere ancorato bene e, possibilmente anche doppio.

linoalo1

Dom, 04/01/2015 - 16:16

Per me,il Guard-Rail,potrebbe essere anche di cartone,purchè indichi,chiaramente,una divisione di carreggiate!Per quanto forte si costruisca,ci sarà sempre una eccezione tale da renderlo inutile!Basterebbe l'intelligenza e la prudenza dei piloti per non renderlo necessario!Lino.

unosolo

Dom, 04/01/2015 - 17:21

insomma per recuperare miliardi che loro usano ci tolgono anche la sicurezza sulla strada , loro si mantengono tutti i loro diritti acquisiti , ma di fatto è un furto continuato da anni e anni , si fanno leggi apposite , accordi di convenzioni , pagano i pasti un decimo e il resto è tutto a carico nostro che li manteniamo con esose tassazioni , le pensioni scendono ,è recessione reale.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 04/01/2015 - 18:01

Ben detto linoalo1, se invece di parlare al cellulare, o mandare messaggini, certi guidatori guardassero la strada, non ci sarebbe bisogno dei guard-rail!

leo_polemico

Dom, 04/01/2015 - 18:36

Le normative al riguardo esistono: vanno rispettate senza se e senza ma.Il guard rail "alleggerito" potrebbe anche essere a norma in funzione del materiale con cui è costruito. Se l'alleggerimento avviene invece, a parità di materiali e di rispetto delle normative, qualcuno ha cambiato i "coefficienti di sicurezza". Personalmente vorrei conoscere tali norme. Un TIR, 44 tonnellate senza sovraccarico, lanciato al limite di velocità, cosa riesce a fare? Anche in questo caso ci vuole il "buon senso", che manca ai nostri amministratori, usandone tipi diversi in funzione della conformazione del luogo di impiego.

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 04/01/2015 - 18:52

Il Guard Rail, come dice il suo stesso nome, serve a controllare la strada, a renderla sicura. Un Guard Rail cosiddetto "leggero" non serve a un bel niente, tanto varrebbe che li togliessero del tutto, così potranno risparmiare anche di più. Un Guard Rail va fatto per la sicurezza e non per indicare una divisione della strada o per risparmiare soldi. Una cosa del genere fatta male significa solo una cosa, una crescita esponenziale dei morti sulle autostrade.

Linucs

Dom, 04/01/2015 - 21:24

Per me è importante "armonizzare" tutto rispetto all'Europa, ma anche la quantità di bestie che importiamo a forza di barconi.

Linucs

Dom, 04/01/2015 - 21:27

Massì, morto più, morto meno, fa spazio per altri "migranti".

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 05/01/2015 - 00:30

Stiamo sempre parlando della diminuzione delle tasse di cui il bulletto fiorentino continua a cianciare in TV. I citrulli che l'hanno votato si sentiranno degli eroi a pagare tutte queste tasse. PER IL LORO AMATO LEADER SONO PRONTI ANCHE AL SACRIFICIO. EIA EIA ALALÀ

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Lun, 05/01/2015 - 09:23

Come al solito sono gli onesti del M5S a chiedere l'interrogazione e come al solito i disonesti della maggioranza la ignorano. Grazie al PD e FI

Démos_Cràtos

Lun, 05/01/2015 - 10:33

@linoalo1 o le sfugge il senso di guard rail o finge di pensare che sia possibile vivere in un mondo perfetto. Se tutti ragionassero come ragiona lei e bastasse l'intelligenza, i poliziotti non avrebbero con se armi (nessuno sarebbe un criminale) o non servirebbero proprio, potremmo dormire con porte e finestre aperte (nessuno verrebbe a rubare) e non verrebbero installate milioni di telecamere nelle città. Purtroppo questo mondo non esiste e non esisterà mai ed è giusto garantire la sicurezza a chi, pur rispettando le regole, è vittima della negligenza altrui. Purtroppo non siamo in una favoletta e la sicurezza stradale va garantita per tutte quelle persone che, per un modo o nell'altro, viaggiano quotidianamente. Saluti.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 05/01/2015 - 23:48

# Goldglimmer 09:23 Caro "baluginio d'oro" veda di raccontare meno freddure. Secondo lei gli onesti sarebbero coloro che sono entrati in parlamento con gli schiamazzi dell'urlatore folle? Ma cosa crede che siamo ancora all'asilo d'infanzia come lei?