Detenuto scappa dal carcere. Sparisce pure la poliziotta. È fuga d'amore?

S'infittisce il giallo in Alabama che vede coinvolti una guardia carceraria e un condannato a morte. I due sono spariti dallo scorso venerdì 29 aprile

Detenuto scappa dal carcere. Sparisce pure la poliziotta. È fuga d'amore?

Lo scorso venerdì 29 aprile Casey White, 38 anni, condannato a morte per omicidio e Vicki White, 57 anni, guardia carceraria, hanno fatto sparire le proprie tracce. La poliziotta avrebbe dovuto scortare l'uomo dal centro di detenzione della contea di Lauderdale, nel nordovest dell'Alabama, al tribunale in cui doveva essere essere sottoposto a una valutazione sullo stato mentale. Non ci sono mai arrivati.

Negli anni Casey White, uomo molto pericoloso e ottimo stratega, ha accumulato una serie infinita di guai con la giustizia. Durante un furto il detenuto aveva ferito una donna, in seguito aveva commesso altri nove reati tra cui il tentativo di uccidere l'ex compagna, per questo motivo era stato condannato a 75 anni. Nel 2020, mentre si trovava in carcere, aveva informato lo sceriffo di un ennesimo delitto: l'omicidio di Connie Ridgeway. La donna di 58 anni era stata massacrata con numerose coltellate dopo un tentativo di furto nella sua casa. In un secondo momento l'uomo aveva confessato che il furto fosse una copertura e che era stato pagato per uccidere la donna. Per questa ammissione White era stato condannato alla pena di morte nonostante una prima perizia aveva sostenuto che avesse problemi mentali.

La poliziotta, che per ironia della sorte condivide il cognome dell'assassino, ma con cui non è legato da alcuna parentela, è in servizio da 25 anni. Essendo stata sempre ligia al proprio dovere, i colleghi non si sono insospettiti quando la guardia carceraria ha annunciato di dover portare il detenuto in tribunale.

Venerdì mattina quindi, intorno alle 9.30, l'uomo è stato caricato nella macchina della poliziotta, auto che dopo l'accaduto è stata largamente cercata e trovata vuota nel parcheggio di un centro commerciale. L'allarme della fuga era stato lanciato dallo sceriffo Rick Singleton dopo aver scoperto che non c’era nessun appuntamento dal giudice. Non appena scoperto l'inganno, gli agenti hanno visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza dalle quali si vedono i due partire dal centro di detenzione e sparire dai radar.

Ora c'è forte preoccupazione per Vicki, che, secondo le parole dei colleghi, si trova nelle mani di un uomo molto pericoloso, capace di soggiogare e uccidere le sue vittime.

Secondo le autorità che si stanno occupando del caso, pare che i due si fossero conosciuti nel 2020, quando Casey White era stato portato per la prima volta nella contea di Lauderdale per una citazione in giudizio. "Per quanto ne sappiamo, quello è stato il primo contatto fisico che hanno avuto", ha detto lo sceriffo Singleton. Qualcuno ha poi raccontato uno scambio di messaggi tra i due, versione poi confermata in parte dai detenuti. Secondo questi l'uomo avrebbe"ricevuto cibo extra e privilegi che nessun altro aveva, e proveniva tutto da lei".

Per il momento le ipotesi più probabili sono due: un sequestro o una fuga d'amore proibita. Quello che non convince gli investigatori è soprattutto come abbia fatto la donna a portare via l'uomo da sola. Per questo tipo di trasporto, infatti, occorrono almeno due guardie per controllare la situazione. Dalle telecamere, invece, è ben evidente la scena in cui si vedono solo la guardia carceraria e l'omicida. In ogni caso al momento i due hanno fatto perdere le loro tracce e nessuno sa se Casey White sia in fuga da solo o insieme alla poliziotta.

Commenti