Cronache

Ancora accordi: e con Dubai Wtc «Vicenzaoro» sbarca nell'Emirato

Ancora accordi: e con Dubai Wtc «Vicenzaoro» sbarca nell'Emirato

Las Vegas, San Paolo, Dubai, Mumbai e Hong Kong. Il processo di internazionalizzazione di Fiera di Vicenza passa attraverso partnership, nell'ambito dell'oreficeria e gioielleria, con le più importanti organizzazioni fieristiche delle Americhe, del Middle East, dei Brics e dell'area Asia-Pacifico. E non potrebbe essere altrimenti, ai fini dell'atteso sviluppo della società veneta verso la definitiva consacrazione quale riferimento mondiale in settori che vedono l'Italia leader assoluta in termini di know-how , tradizione, tecnologia e design. Uno step obbligato anche alla luce della crescita costante delle esportazioni italiane di gioielleria (+7,8% in valore e +2,8%, in quantità, nel 2013).

Così, dopo il rafforzamento della collaborazione con l'Hong Kong Trade Development Council, in particolare con l'organizzazione, quest'anno, durante l'HK International Jewellery Show, del T-Gold International Pavilion per presentare le più innovative soluzioni tecnologiche «made in Italy» per la produzione di gioielli, ecco il recente, importantissimo accordo con il Dubai World Trade Centre. È stata, infatti, ufficializzata la nascita di «DV Global Link», una joint venture tra Fiera di Vicenza e Dubai World Trade Centre, che avrà i propri effetti operativi con l'organizzazione congiunta della nuova manifestazione internazionale Vicenzaoro Dubai, in programma dal 23 al 26 aprile 2015 a Dubai. Si tratta di un «super show», studiato per divenire l'appuntamento gioielliero di riferimento assoluto per tutto il bacino dei Paesi di lingua araba, il Medio Oriente, l'Africa, la Russia e il Centro-Sudest Asiatico. D'altronde, nel 2013 gli Emirati sono diventati la prima destinazione delle esportazioni italiane di gioielleria, con una quota di mercato del 20,7% e un incremento, rispetto al 2012, del 30%. Inevitabile, dunque, l'incontro tra l'Italia, ai vertici della produzione orafa, con una capacità di esportazioni pari a circa 6 miliardi annui ,e Dubai, centro nevralgico del lusso mondiale, in un sistema che è in grado di ospitare 10 milioni di turisti l'anno.

Commenti