Annullata condanna a scrittore che confessò delitto in un libro

Per la Cassazione è da rifare il processo a Daniele Ughetto Piampaschet, condannato per l'omicidio dell'ex fidanzata

La Cassazione ha annullato la sentenza di condanna in Appello a 25 anni e 6 mesi di carcere per omicidio a Daniele Ughetto Piampaschet.

Lo scrittore dovrà subire quindi un nuovo processo. La vicenda risale al febbraio 2012, quando nelle acque del Po fu ritrovato il corpo - ferito con numerose coltellate - di Anthonia Egbuna, prostituta e ex fidanzata dello stesso Piampaschet. Secondo gli inquirenti, però, il delitto era stato commesso nel novembre precedente. Subito accusato, lo scrittore venne assolto in primo grado e poi condannato dalla Corte d'Assise di Torino il 30 giugno 2015, dopo che - secondo l'accusa - aveva raccontato dettagliatamente il delitto in uno dei suoi romanzi.

I due avevano avuto una relazione sentimentale, poi trasformatasi, ha raccontato lo scrittore che si è sempre dichiarato innocente, in una grande amicizia. "Questa sentenza tutela una banda di mafiosi", aveva detto Daniele Ughetto Piampaschet dopo la condanna in appello.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di elkid

elkid

Dom, 16/10/2016 - 10:49

-----per condannare qualcuno ci vogliono delle cosette che si chiamano "prove"----hasta siempre

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 16/10/2016 - 11:51

@elkid, oppure dichiararsi di cdx?