Appuntamento immancabile per gli amanti dello sport

Fieracavalli è allo stesso tempo kermesse fieristica e di sport. Fiore all'occhiello è il Jumping Verona, l'unica tappa italiana della «Longines FEI World Cup», che si svolge nel Pala Bmw di Fieracavalli.

Tre le giornate di gara con 8 categorie dotate di un montepremi di 410mila euro: di questi ben 175mila sono in palio solo nel «Gran Premio Longines Fei World Cup» presented by Fixdesign. Concorrenti super accreditati nel panorama mondiale si confrontano nella tre giorni di Jumping Verona. Molto attese le rappresentative di Germania e Francia, la prima capeggiata dal campione di coppa del mondo in carica, Daniel Deusser, e la seconda che vede schierato, tra gli altri, Reger-Yves Bost, campione europeo in carica. Tra i favoriti anche i due britannici Scott Brash e Ben Maher, entrambi medaglie d'oro a squadre ai Giochi olimpici di Londra 2012 e ai Campionati europei 2013. La compagine azzurra conta 15 atleti tra amazzoni e cavalieri.

Ecco anche la 39ª «Coppa delle Regioni Under 21», che vede i giovani cavalieri sfidarsi sul filo dei secondi. Le promesse del salto ostacoli italiano si misurano invece nel 27° Concorso nazionale pony. Da seguire le prove di stile e le gare miste del «Progetto giovani» del circuito Fise. Ma ci sono anche altre gare più originali. Nel calendario del «Westernshow» è possibile seguire gli «SpeedEvents», con le specialità più attese della monta americana, e le «Stock Performance», occasioni per testare abilità e feeling tra cavallo e cavaliere. Tra le competizioni internazionali più attese anche il C«ampionato internazionale di morfologia classe A», affiliato Ecaho (European Conference of Arab Horse Organizations) e, per la prima volta a Fieracavalli, il «Premio Allevamento Anica», campionato di morfologia riservato ai cavalli di Soci Anica nati e allevati in Italia.

Commenti