Arezzo, accoltellato per droga un tunisino irregolare e abbandonato davanti al pronto socorso

Il ferito è un tunisino irregolare e non in pericolo di vita. Indagano i carabinieri. Forse una lite dovuta alle aree di spaccio

Arezzo, accoltellato per droga un tunisino irregolare e abbandonato davanti al pronto socorso

Accoltellato e lasciato davanti al pronto soccorso. È questo quanto accaduto a un uomo di 28 anni, un tunisino irregolare sul territorio italiano e con precedenti per droga. Il fatto ha avuto luogo la notte del 21 aprile a San Donato di Arezzo.

Il tunisino mentre si trovava al pronto soccorso era fuori controllo e, prima di essere calmato, ha fatto diversi danni, spaventando anche i sanitari. A causa della gravità della ferita causata dalla coltellata tra il costato e l'ascella, il 28enne è stato trasferito poi al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena.

Sulla vicenda indaga la polizia. Ancora non è chiaro, quindi, chi sia stato ad accoltellarlo. Agli agenti la vittima ha raccontato di essere stato colpito perché non voleva comprare droga. Secondo gli investigatori, però, la sua versione non sarebbe attendibile e viene privilegiata la pista del regolamento di conti o dello sgarbo tra piccoli spacciatori.

Solo qualche giorno fa, nella centralissima stazione Termini a Roma, un clochard georgiano 44enne si è avvicinato con il collo insanguinato alla polizia di piazza dei Cinquecento. Era stato ferito da un altro senzatetto, 37enne marocchino, dopo una lite iniziata pochi minuti prima sul bus che nella piazza antistante la stazione arrivava al capolinea, in una discussione che si era infiammata alla vista della Croce.

Questa è la versione data dalla vittima agli inquirenti e accreditata dalla procura di Roma, che ha contestato il tentato omicidio con l'aggravante dell'odio religioso. Dopo l'aggressione, il 37enne ha tentato la fuga, ma è finito in manette in via Cavour, a qualche decina di metri. Al rivale, invece, è toccata una prognosi di 21 giorni.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti