Arrestato a Sanremo Igor Markov, un ricercato ucraino filo-russo

Su di lui un mandato internazionale per i disordini di Odessa del 2007

Arrestato a Sanremo Igor Markov, un ricercato ucraino filo-russo

La polizia di Sanremo ha fatto scattare le manette ieri. In arresto è finito Igor Markov, un 42enne ucraino, leader del partito filorusso Rodina ed ex parlamentare, latitante e su cui pendeva un mandato di cattura internazionale dallo scorso autunno.

Markov, in esilio in Russia, è accusato di avere partecipato ai disordini avvenuto a Odessa nel 2007, con l'obiettivo di sovvertire l'ordine costituito e si trovava a Sanremo da martedì mattina, arrivato dall'aeroporto milanese di Malpensa.

Nella cittadina ligure alloggiava all'Hotel de Paris, un quattro stelle non molto lontano dal casinò. Registrato nella struttura alberghiera con un passaporto russo, ha mostrato ai poliziotti che sono venuti a cercarlo e lo hanno poi arrestato anche un passaporto diplomatico ucraino.

In hotel si era incontrato con due uomini d'affari russi che lo avevano raggiunto. A far saltare la copertura di Markov è stato il suo cellulare, che gli inquirenti hanno utilizzato per seguirne gli spostamenti. Poche ore dopo essere arrivato a Sanremo, l'uomo avava raggiunto Montecarlo in taxi con i due che si trovavano con lui. La polizia lo ha atteso in albergo dopo il suo rientro in Italia.

Markov si trova nel carcere di Sanremo, in attesa di un'udienza per l'estradizione, che potrebbe tenersi già domani.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti