AstraZeneca: paura in polizia e molti cancellano la prenotazione

"La nostra preoccupazione non è criticabile ma legittima" dice il segretario generale del Sap Steafano Paoloni. Dall'Aifa arrivano rassicurazioni

Da quando è stato ritirato il lotto ABV2856 dei vaccini AstraZeneca da parte dell’Agenzia italiana del Farmaco non si placa la preoccupazione da parte di chi ha già ricevuto la somministrazione di quelle dosi. La lente d’ingrandimento adesso è puntata su questi vaccini e chi si è sottoposto alla loro inoculazione gli scorsi giorni, adesso non sottovaluta i sintomi che ha avvertito nelle ore a seguire.

Particolare preoccupazione in queste ultime giornate è quella che dilaga tra le Forze di polizia. A raccontare su il Giornale.it questi momenti scanditi dall’ansia è Stefano Paoloni, segretario generale del SAP(Sindacato Autonomo di Polizia). Paoloni, in particolar modo, ha spiegato che dal nord al sud Italia sono numerosi i poliziotti che avendo aderito alla campana di vaccinazione, hanno ricevuto proprio le dosi del lotto ritirato. “Ci sono diversi uomini della polizia- ha detto il sindacalista- che hanno avuto sintomi lievi ma perduranti, altri che invece sono stati molto male, per alcuni giorni, con febbre alta, forti dolori articolari e anche mal di testa”.

Il richiamo lo hanno fatto solo in pochi perché la seconda somministrazione, nel caso AstraZeneca, viene eseguita anche 10 settimane dopo rispetto alla prima. Ed ecco che adesso sorgono dubbi e perplessità per la prossima data. “La paura tra il personale c’è ed è anche tanta” ha affermato Stefano Paoloni che ha poi proseguito: “Molti degli agenti che non hanno ancora ricevuto la prima dose ma anche quelli che già l’hanno ricevuta, hanno disdetto la loro presenza nei centri di vaccinazione per le prossime date. Siamo tutti in attesa di capire quale sarà l’evoluzione dei fatti e credo che la nostra preoccupazione non sia criticabile ma legittima”. Lo sfogo del segretario generale del SAP si unisce a quello dell’agente di stanza a Trieste e segretario provinciale dell’Fsp, Alessio Edoardo, raccolto per il Giornale.it da Giusepe De Lorenzo. La paura non è altro che la conseguenza di quanto accaduto ai loro colleghi in questi ultimi giorni: a distanza di poco tempo l’uno dall’altro, dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca sono deceduti il militare Stefano Paternò ad Augusta , il poliziotto Davide Villa a Catania e il maresciallo dei carabinieri Giuseppe Maniscalco a Trapani. All’interno delle procure delle rispettive città si cerca di fare luce su un possibile collegamento fra la somministrazione del vaccino AstraZeneca e la causa delle morti.

In 7mila ritirano la prenotazione in Sicilia ma arrivano le rassicurazioni su AstraZeneca

Dopo questi episodi l’Aifa, a scopo precauzionale, ha ordinato il ritiro del lotto in questione in Italia e la paura ha iniziato a dilagare fra le persone che hanno ricevuto già la dose del codice ABV2856. Il 12 marzo, come ha fatto sapere l’assessore alla Salute della Sicilia Ruggero Razza, settemila siciliani hanno cancellato in un solo giorno la loro prenotazione. Un fatto che rischia di incidere notevolmente sul proseguo della campagna vaccinale con la possibile conseguenza di un prolungamento della pandemia.

Intanto dall’Aifa il presidente Giorgio Palù ha cercato in più occasioni di rassicurare i cittadini sull’importanza di proseguire con la vaccinazione: “È tutto in evoluzione- ha detto il professore- bisogna ancora accertare il nesso di causalità”. Anche i virologi che da un anno ci hanno abituato ad assistere ad opinioni contrastanti fra loro adesso in coro unanime concordano sulla sicurezza del vaccino AstraZeneca. Fra questi, ad esempio Matteo Bassetti: “Quello che sta succedendo in Italia nelle ultime 24 ore- ha scritto su Instangram- è inaccettabile. Una campagna anti-scientifica contro i vaccini che rischia di mettere a repentaglio la riuscita della campagna stessa. Occorre analizzare i fatti con trasparenza, rapidità e scientificità. Ad oggi- ha precisato il direttore del San Martino di Genova- sulle oltre 15 milioni di persone vaccinate con AstraZeneca non c’è stato neanche un decesso direttamente correlato al vaccino e gli effetti collaterali sono stati meno di 1 ogni 10000 vaccinati. I vaccini sono e restano sicuri”.

Intanto ieri pomeriggio dall’Ema è arrivata una raccomandazione dopo la revisione di 41 segnalazioni di possibili casi di anafilassi registrati nel Regno Unito tra 5 milioni di vaccinazioni. Il Prac, ossia il comitato per la valutazione dei rischi dell'agenzia, ha ritenuto "probabile" un collegamento al vaccino in alcuni di questi casi. Da qui la raccomandazione dell’Ema di aggiornare le informazioni sul prodotto includendo l’anafilassi e l’ipersensibilità come effetti collaterali.

Mario Draghi rassicura sul proseguimento della campagna di vaccinazione

Nel frattempo fuori dall’Italia a decidere la sospensione di AstraZeneca sono Austria, Estonia, Lituania, Lettonia, Lussemburgo, Danimarca, Norvegia e Islanda. In Italia prosegue invece la somministrazione del vaccino anglo-svedese. A confermarlo ieri pomeriggio nel corso della sua visita al centro vaccinale di Fiumicino, è stato il presidente del consiglio Mario Draghi. "Il nostro obbiettivo - ha detto il premier - in accordo con il ministro della Salute, Roberto Speranza, il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, e il Commissario straordinario all'emergenza, Generale Francesco Paolo Figliuolo, è quello di utilizzare tutti gli spazi utili disponibili per le vaccinazioni. Ci si potrà vaccinare non solo negli ospedali, ma anche nelle aziende, nelle palestre e nei parcheggi come questo di Fiumicino".

Draghi facendo un riepilogo dei siti vaccinali già operativi sul territorio nazionale ha promesso l’individuazione di altri siti a breve termine annunciando allo stesso tempo la necessità dell’aiuto di personale specializzato: “Penso prima di tutto- ha detto- ai medici generali, specialisti e specializzandi, con cui abbiamo già sottoscritto accordi a tal fine. Ma anche ai medici competenti delle aziende, ai medici sportivi e agli odontoiatri. Opereranno nel pieno rispetto dei protocolli medici, per garantire somministrazioni rapide e sicure. Il loro contributo è centrale per il successo di questa campagna, come lo è già stato in tutte le altre fasi della pandemia, ma fondamentale è la partecipazione di tutti i cittadini. Pensiamo solo- ha concluso il premier- che con una vaccinazione diffusa potremo fare a meno di restrizioni come quelle che abbiamo dovuto adottare"

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

steluc

Dom, 14/03/2021 - 10:10

Veramente chi ha fatto l'AZ ha di norma avuto effetti collaterali, il contrario di cio che dovrebbe accadere. In piu lo screening personale è di fatto assente, come da tradizione italica nelle vaccinazioni di massa, e i casini sono assicurati.

stefano.f

Dom, 14/03/2021 - 10:12

Notizie come questa in un paese allo stato brado come quello sono devastanti.

MARCOULPIO

Dom, 14/03/2021 - 10:22

Come si fa a dare torto ai poliziotti che hanno cancellato la prenotazione? Su questo vaccino c’è una confusione enorme, come su tutto l’argomento Covid, aumentata dalle dichiarazioni più disparate dei virologi. Per non parlare poi delle possibili conseguenze un base all’età. Io ho 74 anni e nella prenotazione mi hanno assegnato Astrazeneca, ma molto probabilmente annullerò la prenotazione. Ma vi rendete conto che prima si diceva che andava bene fino a 55 anni in “buona salute”, poi a 60 e ora fino a 80? Che sciocchezze sono queste? Ogni giorno c’è la lotteria delle età che vanno bene? E hanno pure il coraggio di rassicurare la gente, ma in base a che cosa? Buffoni.

TruthWarrior1

Dom, 14/03/2021 - 10:43

Rassicurazione dall'Aifa???? Ma per favore!!!!!! Ascoltate invece cosa dice il Prof. Geert Vanden Bossche, ricercatore virologo di prestigio internazionale e esperto indiscusso di vaccinologia. Da farvi accapponare la pelle!!! Un ecatombe nelle settimane e mesi a venire.

Calmapiatta

Dom, 14/03/2021 - 10:46

@MARCOULPIO Tra Nov e dic del 2020 ci avevano promesso mln di dosi di vaccino di varie tipologie e operanti con diverse tecnologie. Oggi, a fronte dell'incompentenza della UE e del nostro governo, siamo rimasti solo con AZ in mano. Perciò va bene per tutti, compreso il gatto di casa.

jaguar

Dom, 14/03/2021 - 10:46

Saranno milioni gli italiani che non si vaccineranno, d'altronde questa è una roulette russa sia per quanto riguarda il Covid che per i vaccini. Serve molta ma molta fortuna per entrambi.

buonaparte

Dom, 14/03/2021 - 11:00

per fare chiarezza- io per problemi di salute mi vaccino tutti gli anni ed anche i miei sventurati colleghi. anche i vaccini normali dell'influenza danno ad alcuni reazione ,ma questo puo essere per diversi motivi: 1-se da piu disturbi puo voler dire che il corpo sta sviluppando piu anticorpi o non era pronto per ricevere il vaccino- quando si va a fare il vaccino si deve essere in massima forma e per 2 giorni si deve stare tranquilli facendo un po di riposo. so di gente che lo ha fatto poi il giorno dopo è andato a farsi i soliti 20 km di corsetta a piedi o i 70 in bici- questi sono irresponsabili.. CONSIGLIO A TUTTI DI MANTENERE ALTE LE DIFESE IMMUNITARIE QUANDO SI VA A FARE IL VACCINO E DOPO DI NON AFFATICARSI E AVERE STRESS PER UN PAIO DI GIORNI..RICORDO CHE SOLO DOPO ALMENO 3 SETTIMANE SI FORMANO GLI ANTICORPI QUINDI SENPRE DISTANZE, MASCHERINE, GEL E NON AFFOLLAMENTI SOPRATTUTTO IN CASA -

buonaparte

Dom, 14/03/2021 - 11:05

da queste parti il personale della scuola si era prenotato per il vaccino e molti furbi avevano prenotato con il codice fiscale dell'avente diritto altri anche fino a 10 tra parenti ed anche amici.. uno scandalo sul quale nessun giudice guarda caso ha aperto una inchiesta.. ebbene ieri erano previste 600 vaccinazioni e se ne sono presentati 300 .. il diavolo fa le pentole e non i coperchi.. volevano fregare gli altri ed invece ora hanno paura per queste reazioni del vaccino..ahah..

dr.kildare

Dom, 14/03/2021 - 11:10

Come medico posso essere d'accordo sulla vaccinazione,ma che si continui a dire che non ci sono le prove che se uno si vaccina e il giorno dopo muore non e' detto che sia colpa del vaccino,proprio non mi va giu'.Molto meglio sarebbe dire come lo si fa per qualsiasi farmaco,in un caso su diecimila,questo puo' succedere.Forse la gente sarebbe piu' rassicurata e farebbe la vaccinazione pensando...speriamo di non essere io quell'uno.

bernardo47

Dom, 14/03/2021 - 12:02

Fare prima esame sierologico! Se presenti già anticorpi evitare vaccino nell’immediato, presenza silente di anticorpi per infezione già avvenuta ma asintomatica, potrebbe scatenare la reazione avversa ......?

zagor1963

Dom, 14/03/2021 - 12:33

uno è postivo asintomatico ad un tampone non affidabile al 100% è malato di COVID, un anziano con tante patologie gravi prende il covid muore è colpa del COVID. Un giovano sano viene vaccinato tre ore dopo muore non è colpa del vaccino . Vogliamo svegliarci da questo bombardamento mass mediatico pro vaccino x me c'è qualcosa sotto, come mai x anni la sanità è stata abbandonata a pochi interessava la salute delle persone adesso sono cosi tanto interessati a vaccinarci tutti specie quando c'è un vaccino . Poniamoci qualche domanda. Concludendo penso che le forze dell'ordine non dovrebbero fare da cavie anzi dovrebbero essere i primi ad essere sospettosi e aprire gli occhi alla gente

trasparente

Dom, 14/03/2021 - 12:45

TruthWarrior1 hai dato un bel link! Ma, veramente una brutta notizia, quella del prof. Geert Vanden Bossche, le previsioni sono da fine umanità!

necken

Dom, 14/03/2021 - 12:46

ammettere che Astrazeneca è inadeguato potrebbe rivelarsi un boomerang per il settore vaccini, inoltre incrinerebbe la credibilità delle istituzioni comunitarie come EMA che essendo finanziata dalle +/- big pharma già ora quache dubbio lo solleva...

Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Dom, 14/03/2021 - 12:53

Tranquillizzazioni: sì dài, al massimo vai in coma.

buonaparte

Dom, 14/03/2021 - 13:03

bernardo giusto .. molti hanno gli anticorpi.. qui in un paese hanno fatto il test per la presenza degli anticorpi ed hanno visto che quasi il 50% aveva gli anticorpi .. addirittura negli stranieri si saliva all'80% .. dopo questi esiti hanno bloccato tutto perchè la gente diceva che il virus circolava molto negli stranieri che poi contagiavano sul lavoro gli altri- molte straniere fanno badanti, donne delle pulizie in casa di anziani. qui hanno chiesto che si facesse luce su questo metodo di contagio ,ma tutto tace.. se guardate dove ce stato il contagio sono i comuni con piu presenza di stranieri- milano, bergamo ,brescia e ecc.la sardegna isolata è zona bianca .. meditate e fate i vostri calcoli..

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 14/03/2021 - 13:30

Non basta essere tranquillizzati dalle istituzioni bisogna far pubblicare i dati sperimentali di AstraZeneca con annessi e connessi...altroché giocare alla roulette russa o con una colt con un solo proiettile nel tamburo.

Ritratto di sr2811

sr2811

Dom, 14/03/2021 - 15:47

Mi sembra il minimo avere dei dubbi sulla propria pelle, casomai è chi lo fa che rischia su un vaccino che è molto più che sperimentale...