Attacchi razzisti alla Miss: "Non sei una bellezza italiana"

Nel mirino degli haters Sevmi Tharuka Fernando. La 20enne, figlia di immigrati da 30 anni in Italia, è nata a Padova. Messaggi di sostegno dall'ex Miss, Denny Mendez

Attacchi razzisti alla Miss: "Non sei una bellezza italiana"

"Tu non rappresenti i canoni di bellezza italiana, non meriti di partecipare a Miss Italia". Così recita uno dei messaggi indirizzati a Sevmi Tharuka Fernando, finalista del Concorso. La 20enne, nata a Padova e residente a Villanova di Camposampiero, ha origini cingalesi: la sua famiglia è infatti originaria dello Sri Lanka. Il padre della giovane si è trasferito in Italia circa 30 anni fa ed è stato poi raggiunto dalla moglie.

In molti però credono che la bella Svemi non sia italiana. E così l'hanno attaccata sul web. "Purtroppo ci sono ancora tanti pregiudizi, tanta gente non accetta che io sia italiana solo perché ho la pelle scura. Fossi stata figlia di genitori tedeschi e fossi nata in Italia, sono convinta che questa discriminazione non sarebbe mai nata", ha spiegato la Miss come riporta il Corriere.

"È successo varie volte da quando ho vinto la prima fascia alle selezioni locali - ha continuato la giovane -. Sono persone che mi scrivono in privato per non esporsi ma la questione non cambia. Partecipo al concorso anche per abbattere queste discriminazioni e continuo per la mia strada. Se qualcuno mi critica significa che sono stata notata tra le tante. Ignoro questi attacchi, perché credo che chi è così tarato non cambierà mai idea. Me ne infischio e vado avanti".

I genitori sostengono la loro bellissima figlia e messaggi di incoraggiamento sono arrivati anche da Miss Italia 1996, Denny Mendez. Anche lei, al tempo, era stata oggetto di accese polemiche. "Auguri! In bocca al lupo", ha scritto la Mendez (prima vincitrice di colore nella storia del Concorso) su Instagram incoraggiando la collega.

"Miss Italia da sempre coglie e integra l'evoluzione sociale del Paese. C'è un modello di integrazione che cresce, che si evolve e che non possiamo ignorare", ha dichiarato la patron del concorso, Patrizia Mirigliani, spegnendo le polemiche.

Commenti