Australia, mamma perde la custodia della figlia e la uccide. La piccola aveva tre anni

La tragedia nella città di Orange, nel New South Wales. Subito dopo aver ucciso la piccola, la madre si è sballata con alcune droghe

Tragedia in Australia, Una madre ha perso la custodia della sua bimba e, in preda alla disperazione, l'ha uccisa. È quanto accaduto nella città di Orange nel New South Wales. La piccola aveva solo tre anni.

Stando a quanto riportato, la custodia della bimba era stata data esclusivamente al padre, l'ex della donna Nathan Katterns. Dopo una lunga battaglia legale, l'uomo ha ottenuto l'affido della figlia e così aveva deciso di trasferirsi per riniziare una nuova vita. Una scelta che deve aver fatto scattare qualosa nella testa della donna.

La donna, una 40enne, in preda alla disperazione ha così ucciso la piccola mentre questa si trovava nel suo lettino. Non è chiaro in quale modo sia avvenuto il fatto poiché sul corpo della figlia non sono stati trovati segni di violenza. Dopo aver compiuto il fatale gesto, la madre ha deciso di sballarsi con alcune droghe nella stanza accanto. A ritrovarla in overdose le forze dell'ordine.

Ora gli amici del padre, rimasto solo, hanno avviato una raccolta fondi online per sostenerlo. Intanto la sua ex è stata arrestata e sarà presto valutato il stato psichiatrico.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.