Autostrade, trovato l'accordo. I Benetton fuori dal Cda

C'è l'accordo dopo un lungo Consiglio dei ministri. Atlantia è pronta a cedere l'88% a Cassa depositi e prestiti

Ormai ci siamo, sembra che i Benetton saranno presto fuori. L’accordo per la transazione sarebbe stato trovato e ora mancherebbero solo i dettagli, di cui si occuperanno i ministeri dell’Economia e delle finanze e a quello delle Infrastrutture. Questo quanto pervenuto al termine del Consiglio dei ministri, durato tutta la notte e terminato questa mattina verso le 5.30. Nessuna revoca della concessione ma estromissione graduale dei Benetton, entro un anno fuori del tutto, con ingresso di Cassa Depositi e Prestiti nel capitale di Autostrade per l’Italia. Aspi avrebbe accolto tutte le richieste del governo.

Fuori i Benetton, entro un anno

I due ministeri che dovranno definire i dettagli della transazione si occuperanno dell’uscita graduale dei Benetton dalla società e si adopereranno anche per un nuovo accordo sui vari aspetti della convenzione. Entro il 27 luglio dovrà iniziare anche il dialogo di Cassa depositi e prestiti. Nell’accordo raggiunto, la società Atlantia uscirà quindi in modo graduale da Autostrade e farà il suo ingresso Cassa depositi e prestiti. Al centro della discussione è stata la nuova proposta fatta da Autostrade per l’Italia che il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha presentato. Quest'ultima è stata causa di una sospensione di circa un’ora del Cdm. La proposta è quindi stata esposta al premier Giuseppe Conte. La discussione separata non è però piaciuta alla responsabile dell’Agricoltura, Teresa Bellanova che ha mostrato irritazione per quanto avvenuto.

Accettate tutte le condizioni

Il presidente del Consiglio ha chiesto ad Aspi di accettare in toto le condizioni messe sul tavolo. E così è stato. Dopo una lunga trattativa, alla fine si è arrivati all’accordo tanto sospirato. Entro un anno Atlantia, e di conseguenza i Benetton, uscirà da Aspi, mentre entrerà Cdp con quotazione della società in Borsa. Il governo per il momento si sarebbe quindi salvato in corner. Anche perché, con l’esclusione sia della revoca che della decadenza, il governo evita il rischio di dover pagare pesanti sanzioni, fino a 23 miliardi. Nella bozza ci sarebbe l’entrata dello Stato in Autostrade con un pesante capitale, si parla di circa 4 miliardi di euro, e di conseguenza l’uscita piano piano di Atlantia, che oggi ha l’88%. Aspi dovrebbe poi essere quotata in borsa e dare così la possibilità agli attuali azionisti di maggioranza di vendere le proprie azioni. L’obiettivo dei 5Stelle sarebbe quindi raggiunto: eliminare definitivamente i Benetton.

Le reazioni politiche: chi è contento e chi no

Per nulla soddisfatto il Carroccio che, al Consiglio dei Ministri della notte scorsa su Autostrade per l'Italia, ha così commentato l’accordo: "Mesi di chiacchiere per non cambiare nulla: niente revoca ad Autostrade (nonostante le promesse dei grillini) e solo danni miliardari a viaggiatori e imprese, solo in Liguria per oltre 4 miliardi". La Lega ha voluto sottolineare che quello raggiunto è stato un altro cedimento dei 5Stelle nei confronti del Pd. Giusto per non perdere la poltrona. Questa volta non potranno neanche dire che "è colpa di Salvini", ma tanto i genovesi non dimenticano.

Della stessa Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia, che non è per nulla soddisfatta e ha spiegato: "Dopo due anni di perdite di tempo e di annunci la concessione resterà in capo ad Autostrade per l'Italia. Usciranno i Benetton, gradualmente e chissà se definitivamente, ed entra Cassa depositi e prestiti. La soluzione finale individuata dal premier Conte è la nazionalizzazione di Aspi. Un'operazione a perdere, che costerà miliardi di euro allo Stato, che farà perdere miliardi di investimenti, che rappresenterà un ennesimo danno per i cittadini e per le imprese. L'intesa che il Cdm ha trovato dopo sei ore di riunione notturna è lose-lose. Perde lo Stato, perdono gli italiani. Gli unici a tirare un sospiro di sollievo sono i 5 Stelle: si chiude una esilarante querelle, i grillini si rimangiano la parola data sulla revoca, ma salvano la poltrona".

Di tutt’altro avviso invece il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, che su Facebook ha postato un commento che loda e fa i complimenti a Conte e al governo. “Contrariamente a coloro che dicevano che era impossibile e che lo Stato avrebbe dovuto pagare chissà quali cifre, Benetton uscirà da Autostrade dove entrerà lo Stato al 51% con Cassa depositi e prestiti. Autostrade sarà una società pubblica. Agli italiani è stato restituito quello che era loro. Ben fatto. Finisce finalmente l'era del privato è sempre bello. Complimenti a Conte e al governo". Su Twitter il deputato di Italia Viva, Michele Anzaldi, no le manda a dire al premier: "Titolo Atlantia in Borsa: ieri -15%, oggi +21%. Mai visto un modo di fare simile, che danneggia i risparmiatori e premia gli speculatori. Gestione Conte spregiudicata e opaca. Bastava chiedere la sospensione del titolo. Consob che fa? Partano gli accertamenti annunciati da Savona".

Ha parlato di nazionalizzazione anche Benedetto Della Vedova, segretario di Più Europa. Sottolineando che i contribuenti diventano proprietari invece che controllori. Secondo Della Vedova il governo non ha gestito in modo serio la situazione, in quanto “ci sono stati proclami sudamericani. Si era inizialmente parlato di revoca, poi ci si è accorti che, siccome l'Italia è uno stato di diritto, una revoca ideologica fatta senza alcuna base giuridica avrebbe comportato un costo enorme per i contribuenti. Bisognava da subito accertare le responsabilità, punirle e far pagare fino all'ultimo centesimo i danni provocati". Al momento sembrano più gli scontenti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 15/07/2020 - 10:05

sono certamente condizioni capestro, fatte per scaricare i maggiori costi sugli italiani, non ci possono essere dubbi! :-)

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 15/07/2020 - 10:08

Fatemi capire:la cessione delle quote alla CDP è gratuita o a titolo oneroso? Perché,in casi come questo,non si sa perché,ma i colpevoli trovano sempre il modo di uscire vincitori,nella fattispecie con la saccoccia piena di miliardi. Alla loro età,che volete gli freghi delle autostrade (l'hanno ampiamente dimostrato),e con tutti i soldi che hanno possono gozzovigliare per altre 300 vite....a differenza delle 43 vittime e di chi ha perso tutto.

idleproc

Mer, 15/07/2020 - 10:10

A quanto pagano le azioni ai Benetton? Quanto sarebbero valse?...

Antenna54

Mer, 15/07/2020 - 10:11

Sento puzza di fregatura per i contribuenti. Se i Benetton se ne escono mica lo faranno aggratis ... e chi paga?! Ma guarda un pò ... noi, con le nostre tasse. Poi vediamo se lo Stato è in grado di controllare la baracca o se andiamo a finire come la Salerno - Reggio C. ...

Ritratto di LBenedetto

LBenedetto

Mer, 15/07/2020 - 10:12

Mi sono perso... ... "pronta a cedere" vuol dire che VENDERA' 78% del suo 88% di partecipazione allo Stato a prezzo di mercato, con conseguente MILIARDARIO esborso da parte dello Stato?

DRAGONI

Mer, 15/07/2020 - 10:13

HANNO TOLTO LE CASTAGNE DEI BENETTON DALLA BRACE FORMATA DAGLI INGENTI INVESTIMENTI CHE AVREBBERO DOVUTO EFFETTUARE IN UNA RETE AUTOSTRATALE , SPREMUTA COME UN LIMONE PER AVERE I MASSIMI PROFITTI. CI PENSERA' ORA PANTALONE , OVVERO I CONTRIBUENTI ITALIANI CON LE PROPRIE TASSE, A EFFETTUARE LE MANUTENZIIONI ORDINARIE E SOPRATTUTTO QUELLE STRAORDINARIE. DI MAIO HA FATTO UN VERO CAPOLOVARO ANCHE QUESTA VOLTA....DOVREBBE TORNARE A FARE IL MESTIERE CHE HA ESERCITATO PRESSO LO STADIO SAN PAOLO PRIMA DI ESSERE BENEFICIATO DA UNA PIATTAFORMA I CUI SORGENTI SONO IN MANO AD UN PRIVATO CITTADINO!!

schiacciarayban

Mer, 15/07/2020 - 10:16

I Benetton si tolgono la patata bollente e fanno cassa, ma cosa cambierà nella gestione? Perchè dovrebbe migliorare? Le tariffe diminuiranno? Secondo me non cambierà assolutamente nulla, l'unico cambiamento sarà che i Benetton avranno 4 miliardi di più in tasca e ringraziano.

Nes

Mer, 15/07/2020 - 10:16

n Austria con solo 10 euro percorri autostrade per 10 giorni, in Italia fai solo cento chilometri se ti va bene, in altri Stati Europei sono gratis (Germania+ altri...) In Italia hanno regalato la gestione delle autostrade a chi stava fallendo, qualcosa non torna.

Ritratto di Smax

Smax

Mer, 15/07/2020 - 10:20

Poi per fa soldi o tre euro di recovery found le svenderanno ai tedeschi. Tutto definito. Si continua con la svendita dell’italia.

jaguar

Mer, 15/07/2020 - 10:21

Comunque vada prepariamoci a un rincaro dei pedaggi.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/07/2020 - 10:24

prima che vengano cacciati dal governo questi politici avranno venduto mezza Italia agli stranieri.

gianf54

Mer, 15/07/2020 - 10:25

Per chi se lo fosse scordato, "cassa depositi e prestiti" è la banca delle POste Italiane che raccoglie i risparmi dei cittadini Italiani.....; Per quel che mi riguarda, ritirerò quel poco che ho depositato in Posta; questo pseudo-governicchio mi piace ancora di meno......

ulio1974

Mer, 15/07/2020 - 10:30

spero solo che, a questo punto, le autostrade diventino a gestione tedesca e gestite come quelle tedesche: senza caselli e pedaggi, il costo compreso nel bollo dell'auto.

capi_tan_iglu

Mer, 15/07/2020 - 10:30

Dopo aver fatto un brutto sogno stanotte, questa è una bellissima notizia: i Benetton si sono dimostrati dei parassiti che prendevano i soldi dai caselli autostradali ma non facevano la manutenzione delle strade, dei ponti e delle gallerie (buie, sporche, con tetti crollanti e i manti stradali pieni di buche): quelli invece erano a carico del povero cittadino italiano (attraverso le imposte): caso unico, se non nel mondo, almeno in Europa. Possibile invece che le australe tedesche siano perfette, in buono stato e gratuite, mentre quelle italiane oltre ad essere le più care d'Europa sono pure così fatiscenti? Persino in Svizzera, dove si paga un bollino annuale di 40 Franchi (37 Euro) puoi circolare per un intero anno, mentre in Italia con quella cifra rischi di non circolare neanche un giorno (dipende dalla distanza effettuata). Veramente una vergogna!

Rugantino49

Mer, 15/07/2020 - 10:33

E così i Benetton si sarbbero impegnati a VENDERE allo Stato gran parte della loro partecipazione in ASPI. Che gran risultato * i 5*!!! E c'è una cosa che finora è restata sotto il più assoluto silenzio: non sarebbe dovuto essere lo Stato a verificare lo stato delle infrastrutture affidate in concessione? Finora cosa è stato fatto? (direi, niente!) E col passaggio delle azioni a CDP chi controllerà le manutenzioni? Forse lo stesso ente che controlla lo stato della rete gestita da ANAS? Se è così, che Dio ci guardi!

ulio1974

Mer, 15/07/2020 - 10:36

Nes 10:16: precisazione: in Germania non sono proprio gratis, ma il costo è compreso nel bollo dell'automobile, che pagano gli automobilisti tedeschi. È gratis, quindi, solo per gli stranieri. Però il concetto è più o meno quello, almeno se ne può usufruire come una tariffa flat. Per ca. 100 euro anno almeno si possono usare le autostrade illimitatamente....

ulio1974

Mer, 15/07/2020 - 10:39

l'ideale sarebbe fare come in svizzera: un bollino annuale, senza smaronamenti ai caselli.

FabioEno

Mer, 15/07/2020 - 10:41

Se non altro questi dovrebbero, dico dovrebbero, esserr 5 miliardi investiti e non buttati. Dovrebbe teoricamente esserci un ritorno economico nella gestione di autostrade. Una volta ritornati i 4 miliardi si potranno gestire in pareggio di bilancio a vantaggio nostro (almeno per le quote dello stato lasciando un guadagno al resto degli azionisti)

marc59

Mer, 15/07/2020 - 10:45

Contenti i banditi, hanno regalato miliardi ai Benetton per togliergli le Autostrade Soldi nostri non loro. Maledetti fino al midollo.

flgio

Mer, 15/07/2020 - 10:45

Come preventivato nessuna revoca. Da quel poco che si riesce ad apprendere: una cessione di quote progressiva da privati allo stato, con uno spezzatino societario e una reciproca compensazione di liti temerarie. Domande: Chi pagherà i danni ai terzi del ponte Morandi con l'uscita dei privati? I margini economici della futura gestione saranno ridotti dal probabile aumento dei costi di manutenzione e dalla ventilata riduzione dei pedaggi? Come e chi pagherà dunque i debiti (enormi) della galassia Autostrade acquisiti con la cessione di quote? Ci penserà per caso il prestito Recovery Fund con il benestare della Sig.ra Merkel?

Happy1937

Mer, 15/07/2020 - 10:55

Fuori i Benetton, che hanno gestito le autostrade in maniera criminale, mi sembra giusto. Ma attenzione! Gli attuali governanti, che non sono migliori dei Benetton, potrebbero completare lo scempio svendendole a degli stranieri, in cerca di appoggi esterni per restare in sella e rovinare definitivamente l'Italia.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 15/07/2020 - 10:56

Oggi i Benetton,anziché scucire soldi,festeggiano! Fiumi di aragoste e champagne. Banditi sia loro sia il governo.

nerinaneri

Mer, 15/07/2020 - 10:57

...mancano i patrioti, qui tutti armiamoci e partite...

schiacciarayban

Mer, 15/07/2020 - 11:09

Tutti contenti di avere buttato fuori i Benetton, che ovviamente rigraziano e intascano 4 miliardi cedendo le quota, ma adesso? Mi sa che questo è uno dei capolavori alla 5 Stelle! Vedremo cosa sarà capace di fare lo stato, io mi aspetto che da domani le tariffe siano dimezzate, come promesso. Credo che i Benetton siano già a Cortina a festeggiare la vittoria!

Iacobellig

Mer, 15/07/2020 - 11:15

I danni si sanano con i risarcimenti, i contratti si sanano con regole giuridiche. Invece i soggetti del M5S, ignoranti incompetenti e non all’altezza in ogni campo, pensano di risolvere le problematiche con odio giustizialista! Questa gentaglia inutile e insulsa non può sedere al governo del paese, sono la rovina! Di maio ne è l’icona è il portabandiera, deve essere cacciato a calci nel sedere insieme a tutti gli altri.

COSIMODEBARI

Mer, 15/07/2020 - 11:16

Vogliono farci credere che i Benetton lasceranno entro un anno il loro attuale 88% a titolo gratuito di Atlantia nelle mani di Cdp, ovvero di noi risparmiatori delle Poste. Già una prima riscossione sta avvenendo tra ieri e stamani in Borsa. Ieri meno 10% oggi più 25%. La domanda è, chi era a conoscenza ieri, sino alla chiusura della Borsa, della proposta di uscita di Atlantia da autostrade per ben l'88%? Il CdM non era stato convocato ieri mattina e poi spostato in giornata alle ore tardissime della sera? Quindi altro che 23 o 7 milioni di eventuali penali ai Benetton tutti a carico dello Stato, e dai Benetton da riscuotere dopo chissà quanti anni. Nelle ultime 24h Conte ha aperto la cassa contanti con i soldi degli azionisti/risparmiatori, certamente non con i suoi soldi.

Ritratto di Don Sergio Simonetti

Don Sergio Simonetti

Mer, 15/07/2020 - 11:17

mbferno: "Fatemi capire:la cessione delle quote alla CDP è gratuita o a titolo oneroso?" Purtroppo sarà a titolo oneroso e alla fine con quei soldi Atlantia pagherà tutti i suoi debiti esteri. Risultato finale: i Benetton riceveranno un fiume di denaro e saranno senza debiti! Grazie 5 stalle!!!

pinolino

Mer, 15/07/2020 - 11:24

Azioni Atlantia +20%, il mercato ha già emesso la sentenza su chi è il vincitore.

paolo b

Mer, 15/07/2020 - 11:34

fabio eno:"Dovrebbe teoricamente esserci un ritorno economico nella gestione di autostrade. Una volta ritornati i 4 miliardi si potranno gestire in pareggio di bilancio a vantaggio nostro" ERRORE sarà solamente una mangiatoia dei politici dove potranno sistemare presidenti consiglieri ecc. ecc. con stipendi faraonici e sistemare i propri compagni di scuola o se stessi ovviamente pochi giorni prima delle elezioni che li spazzeranno via !!!! vero di maio ???

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 15/07/2020 - 11:38

Per un attimo ho avuto paura che il Governo volesse comandare davvero...

bernardo47

Mer, 15/07/2020 - 11:38

Un accordo decente direi......

capi_tan_iglu

Mer, 15/07/2020 - 11:40

Comunque aggiungo che avrebbero dovuto semplicemente revocargli la concessione, senza lasciargli il 10% e magari pure altri bei soldoni: anzi, avrebbero pure dovuto multarli per diverse migliaia di Euro per omissione di controlli o mancata manutenzione dei ponti (come quello di Genova crollato), per aver tenuto le gallerie autostradali in modo vergognoso (buie, sporche, grigie, con soffitti crollanti e buche sulle strade) e per essersi presi con i pedaggi più di quanto avrebbero dovuto, visto che per i Benetton ci sono sempre stati onori ma non oneri. Ma si sa che i politici nostrani sono e saranno sempre una massa di vergognosi marci e corrotti, anche quando si spacciano per innovatore come il M5S.

Ritratto di marmolada

marmolada

Mer, 15/07/2020 - 11:41

Governo di incapaci e in malafede!! Tolgono le castagne dal fuoco ai Benetton facendo loro guadagnare ancora un sacco di miliardi. Pur di rimanere incollati alla cadrega e al potere passerebbero sul cadavere della loro madre!! Governo inetto con PD e 5S che dimostrano ancora una volta (se ce ne fosse bisogno..) di essere dei corrotti, incapaci di gestire la cosa pubblica e di comportarsi come nei peggiori regimi staliniani!! VILI!!!

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 15/07/2020 - 11:46

....azzz che accordo!la cdp pagherà a prezzo pieno le azioni cedute dai benetton che,piangendo festeggeranno ferragosto su un megayacht...ma annate a....sgoverno grullo pidiota

silvano45

Mer, 15/07/2020 - 11:47

siccome sanno di non avere la maggioranza nel paese e moltissimi non verrebbero più eletti sono disposti a votare anche le leggi più vomitevoli e accettare tutti i compromessi questi disgustosi politici.

baio57

Mer, 15/07/2020 - 11:48

Da quel che si capisce i Maletton restano soci al 49% ,con uscita "progressiva" (CHEVVORDI' ?????). Resta il fatto che incassano una bella somma ,nonostante la scellerata gestione delle infrastrutture,ultimamente anche con morti sulla coscienza, tutto ciò ciò grazie a contratti capestro firmati dallo (s)tato che nel 2018 ha prorogato la concessione ad Aspi fino al 2042. Senza dimenticare altre regalie di (s)tato come la concessione Aereoporti di Roma prorogata fino al 2046, e senza dimenticare che hanno acquisito il 51% delle quote in Albertis Autostrade spagnole.Insomma ,veri "capitani coraggiosi" ( così definiva il velista gli imprenditori amici degli amici...) che fanno profitto con denari ottenuti in regime di assoluto monopolio .

Dordolio

Mer, 15/07/2020 - 11:51

Insomma i Benetton resteranno della partita. E continueranno quindi mangiare sulle autostrade, solo meno di prima.... epperò, sai che punizione: Ti ho cacciato dalla tavolata? Non esattamente: hai sempre accesso all ricchissimo carrello di dolci e dessert.....

lorenzovan

Mer, 15/07/2020 - 12:07

mi vberrebbe da dire..conoscendo i miei polli..p+atrdon ..le mie bananione..che se tutte son contrarie..e' una buona soluzione..Vedremo...per ora ..mancano elementi per giudicare...solo chi non ha cervello..ma fede politica..ha gia' giudicato

lorenzovan

Mer, 15/07/2020 - 12:09

cetro se fosse stato capitan findus al governo..il prioblema sarebbe sytato risolto in un attimo..come no.,.con FI che voleva i benetton al timone..FdI i Benetton fuori..e il felpone.. schierato a seconda dei sondaggi....lolololololol

Ritratto di Mariopp

Mariopp

Mer, 15/07/2020 - 12:28

Era da parecchio che i cinque stelle non ne azzeccavano una. Si può essere d'accordo o meno con le loro proposte, ma finalmente hanno rispettato una delle loro promesse. La mia opinione personale su questa vicenda è positiva, le autostrade sono un bene pubblico e la privatizzazione che era stata fatta a suo tempo non aveva senso, ci si sono solo arricchiti i privati. Lo stato ha fatto bene a riprendersi questo bene.

Tommaso_ve

Mer, 15/07/2020 - 12:30

A mio modestissimo parere nel medesimo momento che i 5S chiuderanno la porta ai Benetton si accorgeranno che i Benetton sono dentro e loro sono fuori...

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 15/07/2020 - 12:31

io ho questa notizia: Da Conte niente passi indietro La posizione del premier resta ferma su alcuni punti che ritiene fondamentali: il taglio delle tariffe autostradali, la modifica dell'articolo 35 del decreto Milleproroghe che riduce da 23 a 7 miliardi l'indennizzo in caso di revoca, la manleva per sollevare lo Stato dalle richieste risarcitorie legate al ponte Morandi e il diritto di recesso, per il futuro, in caso di gravi inadempienze del concessionario risarcendo solo gli investimenti non ammortizzati. ora io mi domando: a qualcuno sembra che questo accordo sia sbagliato, solo per che è stato voluto dai 5 stelle? io non amo i grillini ma sulle questioni serie italiane non faccio demagogia e ideologia e se questi sono i fatti, sono ottimi! - segue -

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 15/07/2020 - 12:33

- foglio seguito- Quello che mi preoccupa è che Al termine della riunione, i Benetton avrebbero accettato tutte le condizioni del governo: il Mit e il Mef hanno ora il mandato per definire nel dettaglio l'accordo che prevede l'uscita graduale di Atlantia da Autostrade. a me questa resa incondizionata degli "stracciaroli" sinistreggianti, mi puzza un tantinello, sapete per che? perche sono ammanicati con tutti i "palamara" italiani di ogni settore, ministri e ministeri, parlamenti e parlamentari, magistratura, avvocatura, televisioni, carta stampata, industrialotti e industrialoni, e questa resa mi preoccupa!

routier

Mer, 15/07/2020 - 12:39

Non è verosimile che chi possiede una gallina dalle uova d'oro ci rinunci per improbabili e sospetti accordi. Il giornalismo di inchiesta (ammesso he ancora esista) sia vigile e denunci le non impossibili gabole.

ulio1974

Mer, 15/07/2020 - 12:47

bernardo47 11:38: concordo, però tra "de" e "ce" ci aggiungerei "fi".

lorenzovan

Mer, 15/07/2020 - 12:59

certo che fa incazzare ..che i maglioncini abbiamo messo su una sozieta' basata sul bene pubblico (autoistrade costruite con soldi di ntutti joi) ed ora dopo i guadagni enormi fatti..incassino ancora soldi alle nostre spalle..E qua' penso siamo tutti d'accordo..ma c'erano alternative ?? tra chi voleva l'esproprio ..chi la continuazone della concessione...il problema non si sarebbe mai risolto...Cosi' risolviamo ..e senza troppi dolori quali cause miliardarie ..fallimenti di imprese legate ai benetton..e innocenti sulla loro politoca strozziona i ndustriale...POI si potra' rinegoziare un altra concessione a gente affidabile..magari tedeschi o svedesi...o svizzeri

xgerico

Mer, 15/07/2020 - 13:05

Pure la destra voleva togliere ai Benetton ora vi lamentate!?

agosvac

Mer, 15/07/2020 - 13:26

Così, ad occhio e croce, nessuno cede una maggioranza senza averne una contropartita. Pertanto la domanda è: quanto daranno Conte ed i grillotti ai Benetton per uscirsene fuori dal loro business????? Ma non finisce qui: sembra che alcuni Paesi europei siano fortemente interessati alla gestione delle autostrade italiane. Pertanto se poi questo governo balordo dovesse cedere a, per esempio, tanto per dirne una, alla Germania la gestione delle NOSTRE autostrade, allora sarebbe stato molto meglio farle gestire almeno da chi è italiano e non tedesco. Questo è il vero problema: estromettere gli italiani, uscendo fuori un casino di bei soldini, per farli subentrare da stranieri col beneplacito dell'UE tedesca e magari dando loro ancora più soldini di quanto dato ai Benetton. Francamente questa mi sembra un'operazione del tutto demenziale.

lorenzovan

Mer, 15/07/2020 - 13:32

xgerico...normale..pensi che molti abbiano la minima idea di quello di cui si sta parlando ?? li riconoswci subito i minus habens..abbaiano..abbaiano..su qualsiasi argomento..ma idee proprie ..ZERO

silvano.donati@...

Mer, 15/07/2020 - 13:45

intanto i Benetton (o Atlantia) dovrebbero essere chiamati a pagare la ricostruzione del ponte crollato per l'incuria di loro gestori ! Se io affitto un esercizio commerciale e mi spaccano che so, l'impianto elettrico o le murature, sono i responsabili e pagano ! Poi senza buffonerie, si potra' discutere se cambiare gestore !!!

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 15/07/2020 - 13:50

xgerico Mer, 15/07/2020 - 13:05,guarda che togliere non significa rimpinzare di miliardi di euro!!!

tonycar48

Mer, 15/07/2020 - 13:54

La sintesi di questa ridicola e indegna querelle è che gli italiani pagheranno due volte le autostrade. La prima perché Autostrade passerà a CDP finanziata con le tasse dei cittadini e, la seconda, perché gli stessi continueranno a pagare i pedaggi benché siano indirettamente “proprietari”.

Masci gina

Mer, 15/07/2020 - 13:59

Gli Italiani dovrebbero fare un monumento a Conte che e' riuscito a riportare sotto il controllo dello Stato una gallina dalle uova d'oro regalata nel passato alla famiglia Benetton. Un bene, quello della rete autostradale, che genera solo utili a vantaggio degli Italiani e non di una famiglia (Benetton) Italiana.

cgf

Mer, 15/07/2020 - 14:04

Dove lo trova tutto quel cash il governo? Prepariamoci a riavere le buche in autostrada

lorenzovan

Mer, 15/07/2020 - 14:13

mASI GINA..MA PENSI CHE STI INVASATI NEROVERDI LO CAPISCANO ?? E ANCHE SE LO CAPISCONO..PENSI CHE LO AMMETTERANNO MAI ?? ANDREBBE CONTRO LA "POLITICA DI CASA"..Conte e' con chi?? con un ex papeteero ora ricilato con occhiali e cra ata..come gia' fece da leoncavallino a comunista patano e poi sovranista assoluto ?? il re del walzer..il principe della mangiatoia a sbafo.il trionfo del bbobbolo nel peggior senso della parola

steacanessa

Mer, 15/07/2020 - 14:38

Nuovo carrozzone sul binario uno.

steacanessa

Mer, 15/07/2020 - 14:40

Il fatto che il comunista toscano sia contento la dice lunga.

Duka

Mer, 15/07/2020 - 15:56

Con questo "accordo" per i Benetton è come aggiudicarsi il superenallotto con la vincita del secolo. A conti fatti lo stato italiano cioè NOI dovrà versare ai Benetton circa 10Mld. UN AFFARE DA 5 STALLE !!!!!!

gigi0000

Mer, 15/07/2020 - 15:57

E chissenefrega se il giochino ci costa una barca di miliardi. (Cassa depositi e prestiti mica li stampa i quattrini, bensì usa i nostri). Ma soprattutto la gestione sarà una sanguisuga e, alla fine, qualche buonanima rileverà la società a prezzo irrisorio. Che cialtroni incapaci!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 15/07/2020 - 16:07

c'è quella cosa lì, che i politici italiani in questo momento sono così schifosi da avere zero fiducia dagli altri dirigenti europei, sono schifosi nel senso che sono malati propensi a pasticciare coi capelli piuttosto che a fare le cose seriamente ma va beh, gli metti in mano ponti e autostrade davvero? e poinon ho capito: lo stato paga di nuovo per faqre tutto daccapo e i privati godono? ma dimaio e conte non dovrebbero finire a spostare sassi in colonia?

Massimo Bernieri

Mer, 15/07/2020 - 16:17

Non capisco perchè lo stato non può fare imprenditore come un privato e guadagnarci.Mediaset porta utili a fine anno con pubblicità come la RAI mentre la RAI forse è in pareggio perchè gli va una parte del canone? P.S Lo so perchè lo stato non riesce a comportarsi come un privato !

maurizio-macold

Mer, 15/07/2020 - 16:18

Un ottimo accordo, l'importante e' che la CDP visto che e' garante del debito pubblico italiano (cioe' dei nostri risparmi) possa realizzare con la gestione della rete stradale un minimo di guadagno.

xgerico

Mer, 15/07/2020 - 16:18

Masci gina-Mer, 15/07/2020 - 13:59- Siiii ha ragione era meglio che lo Stato pagasse una caterva di miliardi di penale ai Bentton e con il Governo niente in mano! ma brava!

schiacciarayban

Mer, 15/07/2020 - 16:18

Niente paura, gli "incapaci" di Autostrade verranno sostituiti da Toninelli e i suoi amici, veri esperti del settore! Noi intanto tiriamo fuori qualche miliardo, cosa volete che sia... Un affare d'oro! Se poi ci mettiamo anche Salvini con i suoi pannelli solari a metano, abbiamo fatto bingo!

xgerico

Mer, 15/07/2020 - 16:32

@Mer, 15/07/2020 - 13:50- Gaurda che Atlantia cede le sue azioni! Che volevo che i Benetton le cedessero a titolo gratuito' Tu lo faresti?

xgerico

Mer, 15/07/2020 - 16:41

@-Masci gina-Mer, 15/07/2020- Mi scusi, errore di copia e incolla!

GuglielmoCrollalanza

Mer, 15/07/2020 - 17:06

Ottimo risultato ottenuto dal nostro premier e bravo avvocato. Multa miliardaria, Benetton ridotti al 10% e senza possibilità di appello, rinuncia alle penali. Ora una azienda statale ad occuparsi delle autostrade ma gestita e controllata in maniera diversa rispetto ai 40 anni democristiani del dopoguerra