"Babbo Natale non esiste". Bufera per lo spot di PayPal

In Inghilterra è andato in onda uno spot sul Natale che ha fatto infuriare i genitori. E l'azienda si è dovuta scusare

"Babbo Natale non esiste". Bufera per lo spot di PayPal

"Babbo Natale non esiste". Anche senza sentire questa frase, tutti prima o poi abbiamo dovuto affrontare la questione. Ma se a svelare la verità è uno spot tv e non l'arrivo di una consapevolezza che mette fine all'infanzia il rischio è che con la verità sparisca anche la magia del Natale.

Ecco perché in Inghilterra si è sollevato un polverone per la pubblicità di PayPal che ha come protagonista due bambini che, già disillusi, si chiedono perché i genitori non escano a fare acquisti. Lo spot voleva dimostrare come fosse possibile far arrivare i regali "magicamente" comprando tutto online, ma l'effetto ottenuto è stato un boomerang per l'azienda.

La clip è infatti andata in onda intorno alle 21 durante una pausa pubblicitaria di XFactor. Quando cioè molti bambini erano davanti alla tv. In molti si sono lamentati per lo spot con la ASA (Advertising Standards Authority), l'autorità inglese che vigila sulle pubblicità. Al punto che il portavoce dei PayPal ha dichiarato: "Ci dispiace che alcune persone siano rimaste male per la nostra nuova pubblicità. Lo scopo dello spot era di guardare con occhio divertito a quei regali che i bambini sanno arrivare dai genitori. E non diciamo mai che non è vero che anche Babbo Natale porta i regali". La società ha comunque deciso di mandare in onda lo spot solo a orari più tardi.

Commenti