In Bankitalia scoppia il caos: "Il caffè si paga con la chiavetta"

I dirigenti di Palazzo Koch sugli scudi per la decisione di tagliare l'uso della cartamoneta a vantaggio delle chiavette ricaricabili

Bankitalia è in agitazione. L’istituto di diritto pubblico cuore pulsante del sistema bancario italiano, però, non è in allerta per questioni di debito, crac bancari o quant’altro, bensì per qualcosa di molto più “terra-terra”: il caffè.

Già, proprio così. Perché come riportato da Il Tempo, gli alti papaveri di Palazzo Koch sono in protesta per la decisione di eliminare del tutto l’uso del contante (e delle monete) nei suoi locali interni. Una decisione, questa, che si muove nel solco della restrizione nell’uso della cartamoneta, a vantaggio dei pagamenti elettronici, che – come noto – sono tutti tracciati e scongiurano il rischio di evasione.

Succede dunque che in quel di Via Nazionale, a Roma, nei bar all’interno della Banca d'Italia non si possa più pagare il caffè, il cappuccino e la brioches con gli spicci in tasca. Al loro posto, ecco la chiavetta di plastica ricaricabile dal proprio possessore proprio con qualche banconota di piccolo taglio o qualche moneta. Insomma, giusto per intenderci, una di quelle piccole chiavette che ormai da diversi anni si utilizzano nei distributori automatici presenti negli uffici di tutt’Italia, o quasi.

Paradossale, però, la protesta dei dirigenti della banca centrale italiana, di cui il quotidiano capitolino dà notizia. Proprio loro che hanno dato il "la" alla promozione di metodi di pagamento alternativi all’uso del contante, meno tracciabile.

Il caso è scoppiato, ha fatto rumore e ha chiamato in causa addirittura il sindacato del personale direttivo di Bankitalia. La Cida, infatti, come scritto dal Tempo, denuncia il fatto che delle chiavette della discordia si possano dotare "solo i colleghi dell'amministrazione centrale". Insomma, tutti gli altri dipendenti dislocati nelle altre sedi romane si trovano con un pugno di mosche in mano e la tazzina del caffè vuota per impossibilità di pagarla. Già, perché a tutte queste persone il caffè ai punti interni di ristorazione è precluso perché non in possesso della chiavetta. L’unica soluzione, ora come ora, è quella di uscire da Palazzo Koch e andare a farsi servire al bancone di qualche bar vicino al posto di lavoro.

Comunque, secondo la firma sindacale, "i colleghi che arrivano a lavorare da fuori possono chiedere una chiavetta ma è temporanea. Cioè utilizzabile solo per un determinato tempo". E allora, forse, il problema potrebbe anche essere risolto. Non fosse però che questo nuovo (scomodo) metodo di pagamento non convinca proprio i diretti interessati.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di adl

adl

Lun, 25/11/2019 - 11:08

Loro se lo possono permettere più o meno come le dattilografe e gli elettricisti di Monte Citorio e Palazzo Madama pagati come 4 Putin. Sarebbe interessante una discussione sulle ridotte funzioni di Bankitalia stante la BCE, sul minor lavoro per l'abolizione del contanti e sulla congruità del numero di dipendenti e dell'entità delle relative retribuzioni.

cgf

Lun, 25/11/2019 - 11:12

come? proprio loro? in fin dei conti è un pagamento elettronico a tutti gl'effetti, niente lungaggini a pagare, niente errori con i resti… ma perché i comuni mortali si e loro, che dovrebbero essere il massimo dell'esempio…

gneo58

Lun, 25/11/2019 - 12:14

e alla fine il piromane si brucio' con il suo proprio cerino........(e questo vale per tutto).

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 25/11/2019 - 12:38

SI PUO' ANCHE EVITARE IL CAFFE' MAGARI SI PORTA DA CASA RISPARMIANDO, EVITATE DI SPENDERE SOLDI E GENERARE IVA, FATEVI FURBI E SCAMBIATEVI LE COSE USATE, QUESTE FESTE NATALIZIE EVITATE I REGALI STUPIDI COME FORMA DI PROTESTA, CORAGGIO ITALIANI BASTA SUBIRE

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 25/11/2019 - 12:59

Egregio Dragon Lord, se da una parte il suo consiglio potrebbe essere apprezzabile, dall'altra si colpirebbero i commercianti e in particolar modo i loro dipendenti. Se un esercizio commerciale chiude i dipendenti rimangono senza lavoro e poi il sistema li deve supportare con il reddito di cittadinanza che è pagato da noi. Pessima idea

salmodiante

Lun, 25/11/2019 - 13:55

cadono i viadotti, gli immigrati ci invadono, i nostri risparmi a rischio e adesso anche la chiavetta per i burocrati..."Giuseppi" sei proprio inguaiato.

Ritratto di ager

ager

Lun, 25/11/2019 - 13:57

Ridicoli Loro e Ridicoli i piddini e grillini che hanno dichiarato guerra al contante per servilismo verso le banche. Per favore fate pace col cervello

Ritratto di Lucio Flaiano

Lucio Flaiano

Lun, 25/11/2019 - 17:17

Brankitalia. Branka Branka Branka....Vi sco..pro i segreti della Casta: un piccolo esercito con 18 supermensilità, superbuonuscita, mutui a tasso zero virgola, studi dei figli e ferie "finanziati", altri benefit...

Antenna54

Lun, 25/11/2019 - 17:44

Non ho capito perché loro protestano mentre tale modalità di pagamento è usata da anni in varie altre amministrazioni senza alcun problema. Italietta dei soliti "noi siamo noi, voi siete niente".

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Lun, 25/11/2019 - 18:07

Non è una novità... se si può fare una stupidaggine, perché non farla?

killkoms

Lun, 25/11/2019 - 18:07

sarebbero favorevoli al bancomat obbligatorio è poi si lamentano di non potere usare gli spiccioli?