Orrore a Bari: giovane costretta a prostituirsi da una coppia di rumeni

Marito e moglie sono stati condannati a sette e otto anni di carcere

Orrore per una giovane donna di origine rumena. Sono stati condannati a sette e otto anni due coniugi originari anche loro della Romania. Hanno ridotto in schiavitù e costretto a prostituirsi la giovane connazionale. A darne notizia è il quotidiano regionale "La Gazzetta del Mezzogiorno". L'hanno prima convinta a venire in Italia con la solita promessa di una prospettiva di vita migliore ed un lavoro come badante con un guadagno di mille euro al mese. Non era vero nulla.

Una volta qui la giovane ha trovato una situazione completamente diversa. La donna è stata costretta a prostituirsi in cambio di 5 euro al giorno. Marito e moglie l'avrebbero anche minacciata di ritorsioni sulla figlia che si trova in un orfanotrofio in Romania.

I fatti risalgono al 2015. I due sono in carcere dal 2016. Oggi è arrivata la conferma della condanna da parte della corte d' assise di appello di Bari.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.