Un cieco fa volantinaggio in moto. Giudice lo assolve: "È solo irresponsabile"

Il Tribunale di Bari ha assolto «perché il fatto non sussiste» il 59enne barese Francesco Caringella, che era stato accusato di truffa aggravata ai danni dell'Inps

Alla fine guidava la moto, ma era cieco davvero. Così è stato assolto il 59enne barese che era stato accusato di truffa aggravata ai danni dell'Inps. A Francesco Caringella, secondo quanto emerso dalle indagini della Guardia di Finanza di Bari, coordinate dal pm Federico Perrone Capa, sono stati infatti sequestrati 225mila euro nel gennaio 2013. Il presunto "bottino" della truffa, insomma.

Ma l'avvocato difensore del 59enne è iuscito a dimostrare che, nonostante le attvità quotidiane - e pittosto rischiose - dell'uomo, in cui questo si dilettava - da cieco - i giri in moto e volantinaggio, l'accusa di truffa è infondata, in quanto Caringella sarebbe davvero affetto da retinite pigmentosa degenerativa.

Così è stato assolto in quanto confermata la sussistenza della malattia, e secondo quanto riportato dal giudice monocratico Marco Guida, Caringella "compie in autonomia azioni di vita quotidiana a suo rischio e pericolo ma, soprattutto, ponendo a rischio l'incolumità degli altri".

Commenti

Celcap

Dom, 15/10/2017 - 00:09

Il giudice non deve punire il finto cieco. A lui devono solo far restituire solo quello che ha incassato improbemente. Devono prendere i medici della commissione collusi con qualcuno che gli hanno accettato la domanda è concesso invaliditá e metterli in galera. Invece mettono alla gogna solo il finto cieco dimenticandosi di chi i soldi li avrà presi per farlo diventare cieco.

Garganella

Dom, 15/10/2017 - 08:20

Roba da matti! Andiamo pure avanti così. Prossimamente non ci saranno più soldi per nessuno!

cgf

Dom, 15/10/2017 - 09:24

al giudice dovrebbe essere ritirata la patente in quanto inadatta alla guida causa non corretta conoscenza del codice della strada. Infatti parla molto chiaro sui requisiti minimi per condurre un mezzo, sia esso a motore che no.

routier

Dom, 15/10/2017 - 09:33

Si legge spesso di falsi invalidi tuttavia i media riportano la colpa di costoro "dimenticandosi" di parlare delle commissioni mediche che hanno consentito (con ingenuità o malafede) l'attuazione della truffa. CUI PRODEST?

bistecca

Dom, 15/10/2017 - 10:47

Se è per quello, anche a Como qualche mese fa è stato assolto un falso cieco dopo che la Guardia di Finanza lo aveva filmato mentre leggeva a sbafo un giornale presso un centro commerciale o mentre passeggiava per la strada evitando accuratamente gli ostacoli e dopo che una perizia medico-legale aveva concluso che cieco non era.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 15/10/2017 - 11:53

Il "cieco" sarà irresponsabile ma il giudice non dovrebbe esserlo. Mi aspetterei ispezioni e cacciata di simili giudici.

Anonimo (non verificato)

sparviero51

Dom, 15/10/2017 - 12:38

GIUDICIUME " CREATIVO " !!!

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 15/10/2017 - 15:15

---il giudice era chiamato ad esprimersi nel merito della questione---ed il merito era se il tizio avesse effettivamente truffato l'inps o meno e nel caso dissequestrargli il malloppo---ed è questo che ha fatto il giudice --posto davanti all'evidenza inconfutabile dei referti medici--i vostri giudizi negativi nel confronti del giudice --dimostrano una volta ancora--in caso ce ne fosse bisogno- che siete ignorantoni --con le uniche peculiarità di mangiare bere ed andare da corpo---swag ganja

giovanni PERINCIOLO

Dom, 15/10/2017 - 16:57

"Irresponsabile" chi?? il finto cieco oppure il giudice??