Coronavirus

I ladri di tramezzini nel bar dell'ospedale di Bari

Il furto è stato perpetrato nel bar del "Di Venere". I malviventi hanno portato via panini e tramezzini destinati al personale sanitario

I ladri di tramezzini nel bar dell'ospedale di Bari

Il lockdown purtroppo non ferma la criminalità. Anzi, il fatto che siano tutti in casa, probabilmente, non fa altro che agevolare i ladri ad agire indisturbati per quanto sia aumentato il controllo da parte delle forze dell'ordine su tutto il territorio nazionale.

Così, nell'ospedale "Di Venere" di Bari, due malviventi intorno all’1.30 di notte sono entrati e hanno rubato alcuni alimenti che erano destinati a tutto il personale sanitario di turno nel nosocomio pugliese. I ladri si sono introdotti nel bar che si trova all'interno della struttura ospedaliera del quartiere "Carbonara" e hanno rubato tutto quello che c'era da mangiare.

Il locale, come si legge sul quotidiano regionale "La Gazzetta del Mezzogiorno", era momentaneamente chiuso al pubblico nel rispetto del decreto "#IoRestoaCasa" di Giuseppe Conte, ma i titolari non avevano smesso di lavorare ed ogni giorno preparano i pasti per il personale medico e sanitario. Panini e tramezzini erano sempre a disposizione di chi è in prima linea nella lotta al Coronavirus (anche se l'ospedale "Di Venere" nel piano ospedaliero della Regione Puglia è tra gli ospedali dedicati ai pazienti No-Covid). Il servizio di ristorazione era stato promosso dall'iniziativa "Prenditi cura di chi ti cura".

Come si legge sempre nell'articolo di Federica Marangio, uno dei ladri è riuscito a salire sul tetto dell'ospedale per poi entrare dalla finestra. Avrebbe forzato il registratore di cassa, recuperato le chiavi del bar e avrebbe poi fatto entrare, dall'ingresso principale, l'altro ladro, una donna. I due malviventi avrebbero agito indisturbati con tanto di luce accesa per oltre un'ora per svaligiare l'intero bar. Poi sono andati via, indisturbati, con il bottino che ammonta a circa 10mila euro.

L'accaduto ha sconvolto tutto il personale sanitario e i titolari del bar che hanno dichiarato "Rubare il cibo destinato ad un gesto di solidarietà verso i medici impegnati in prima linea a fronteggiare l’emergenza Covid ci getta nello sconforto più profondo.". Sul posto sono giunti i carabinieri che hanno avviato le indagini per risalire ai responsabili. Tanti sono i dubbi su come i due ladri siano riusciti ad entrare nell'ospedale, a salire sul tetto, ad accendere la luce e a rubare tutto e poi a fuggire senza che nessuno si accorgesse di loro. A svelare l'identità dei due malviventi saranno le immagini delle telecamere di videosorveglianza che ora sono al vaglio degli investigatori.

Commenti