"Polemica sterile", "Non hai capito": scontro di fuoco tra Bassetti e Codacons

Il tweet di Burioni sui non vaccinati continua a far discutere: Bassetti difende il collega e attacca il Codacons ma intanto l'ordine dei Medici richiama tutti alla calma

"Polemica sterile", "Non hai capito": scontro di fuoco tra Bassetti e Codacons

Il tweet di Roberto Burioni sui non vaccinati "agli arresti domiciliari chiusi in casa come dei sorci" continua a far discutere. Nei giorni scorsi il Codacons ha annunciato di voler agire contro il virologo per le sue affermazioni e nelle ultime ore uno degli esperti più noti ha fatto marcia indietro, dichiarando che se tornasse indietro non rifarebbe quel tweet a suo dire ironico. Ma la miccia era ormai stata innescata e nel frattempo anche Matteo Bassetti è stato chiamato a commentare la vicenda: "Siamo alla polemica sterile e inutile. Assurdo che ci sia ancora oggi la contrapposizione tra chi è pro e chi è contro i vaccini. Dispiace che il Codacons, che dovrebbe tutelare i cittadini, si schieri contro uno scienziato che si è sempre speso per i vaccini. Mi pare una situazione paradossale".

Queste le parole del direttore della clinica Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova all'Adnkronos in merito alla richiesta da parte del Codacons di radiare Roberto Burioni. Ovviamente, la replica del Codacons non si è fatta attendere: "Quello che è davvero paradossale è che Bassetti non abbia minimamente compreso che la nostra denuncia non era certo contro i vaccini, ma contro Burioni".

L'associazione dei consumatori, nella sua nota, specifica che "denunciare un medico che cede agli insulti e alla volgarità sui social network, e che così facendo danneggia la campagna in favore dei vaccini, non ha niente a che vedere con la difesa dei no-vax, e avremmo denunciato il virologo anche se avesse usato gli stessi termini per definire altre categorie di utenti". La nota del Codacons procede con una stoccata a Matteo Bassetti: "Fa specie che un medico come Bassetti parli così a sproposito e si lasci andare ad affermazioni fuori luogo, senza minimamente informarsi circa i contenuti della nostra denuncia contro Burioni".

Il Codacons, quindi, conclude: "Avrebbe fatto meglio Matteo Bassetti a prendere le distanze dalle aggressioni verbali di Roberto Burioni, chiedendo scusa ai cittadini a nome di tutta la categoria dei medici, e lo invitiamo, visto che pare affaticato e che si documenta molto sommariamente, a disertare per un pò i mass media".

Intanto l'ordine dei Medici ha invitato tutti ad abbassare i toni. In merito alla richiesta del Codacons, Filippo Anelli, presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei medici ha dichiarato: "I procedimenti disciplinari sono il punto più alto dell'attività ordinistica e non possono diventare processi di piazza, con una sentenza richiesta a gran voce con un mail bombing, attraverso i social e neppure con un esposto".

Quindi, Anelli ha aggiunto che bisogna "tener presente che le manifestazioni dei giorni scorsi erano contro il green pass, più che contro il vaccino in sé. Bisogna stare attenti a non censurare le opinioni, anche se non condivise e, per noi medici, a correlare la loro espressione ai dettami del Codice deontologico".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti