Bergamo, muore bimba di tre anni soffocata da una pila

Muore in una frazione di Bergamo una bambina di tre anni per soffocamento dopo aver ingerito la pila di una radiosveglia. Inutile la corsa in ospedale

Non è purtroppo servita a niente la corsa in ospedale per cercare di salvare la vita di una bambina di 3 anni di Carobbio degli Angeli (Bergamo) dalla morte per soffocamento dopo aver ingerito, forse per gioco, la pila probabilmente di una radiosveglia.

La bambina, secondo il racconto dei genitori, avrebbe dato subito segno di avere difficoltà a respirare e il padre avendo notato una radiosveglia aperta ha subito chiamato il 112. I sanitari accorsi sul posto hanno portato immediatamente la bambina all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dove i medici hanno tentato in tutti i modi di rianimarla. Inutili quindi i tentativi per salvarle la vita, la bambina è morta, e sul corpicino è già stata effettuata l’autopsia.

I genitori, che oltre la piccola avevano altri cinque figli, vivono in una condizione di disagio sociale e si era trasferita da circa un mese dal campo nomadi di Calcinatello (Brescia) alla casa degli zii a Carobio degli Angeli in una zona già fortemente provata dall’emergenza coronavirus. La Procura di Bergamo sull'accaduto ha aperto un fascicolo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.