"Boicottate i negozi degli immigrati". Il marchio sulle saracinesche di Roma

Infiamma la protesta a Tor Bella Monaca. Blitz di "Azione frontale" contro i negozi gestiti da immigrati. Moroni: "Fondamentale sostenere le attività italiane"

"Boicottate i negozi degli immigrati". Il marchio sulle saracinesche di Roma

Nella notte, sulle saracinesche dei negozi gestiti da immigrati, sono apparsi cartoncini spessi. "Boicotta i negozi stranieri - è scritto a caratteri neri su sfondo bianco - sostieni le attività commerciali italiane del tuo quartiere". E lo slogan: "Aiuta il tuo popolo". Come racconta Repubblica il blitz, che ha colpito i principali esercenti di Tor Bella Momnaca, quartiere periferico di Roma, porta la firma di "Azione frontale", sigla dell'estrema destra nata da una costola di Forza Nuova.

Non è la prima volta che "Azione frontale" fa sentire la sua voce con proteste eclatanti che hanno scatenato polemiche e critiche in tutta Roma. Nel 2014 avevano inviato teste di maiale alle comunità ebraica. Un paio di mesi fa, poi, aveva protestato contro la tappa romana del tour di Bello Figo, il rapper di origini ganesi che insulta gli italiani e difende gli immigrati prendendo in giro chi li attacca. Le proteste avevano portato all'annullamento del concerto. In questi giorni invece, come racconta appunto Repubblica, hanno preso di mira i negozi gestiti dagli immigrati. "In un periodo di crisi senza fine sostenere le attività italiane è di fondamentale importanza non solo economica ma anche per riscoprire il valore dell'unità di popolo - spiega il leader di Azione frontale, Ernesto Moroni - l'essere razzisti, però, non ci appartiene, la nostra è stata un'azione prettamente commerciale".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti