Coronavirus

Boom di vendite di mascherine e disinfettanti

A ruba in tutta la Lombardia i gel lavamani e le mascherine. Se ne vende una al minuto

Boom di vendite di mascherine e disinfettanti

Ormai molte farmacie le stanno esaurendo a causa del boom di vendite delle ultime ore. Mascherine e gel disinfettanti per le mani stanno andando letteralmente a ruba. Non è raro leggere su cartelli affissi in vetrina che questi due generi sono finiti. Da ieri i lombardi sono preoccupati e cercano di proteggersi, soprattutto se sono costretti a salire su mezzi pubblici, a entrare nei negozi o in luoghi particolarmente affollati.

Boom di richieste

La richiesta di mascherine sanitarie è salita tantissimo, segnando un vero boom di vendite. Si calcola che ne venga acquistata una ogni minuto. Anna Rosa Racca, presidente di Federfarma lombarda ha confermato che “quasi ogni persona che entra in farmacia le chiede, soprattutto se deve prendere un mezzo pubblico. Non ne abbiamo a sufficienza ma ci stiamo impegnando al massimo per garantirle a tutti”. Il panico sta aumentando tra la popolazione. Basta fare una passeggiata per Milano che si sente parlare solo del coronavirus. Ovunque: in fila al supermercato, per strada, al bar. Ogni occasione è buona per ricordare le indicazioni di profilassi emanate dal ministero della Salute e dall’Istituto superiore di sanità.

Le raccomandazioni sono: “ lavarsi spesso le mani, usare il gel, pulire le superfici con prodotti disinfettanti, evitare contatti con persone che hanno problemi respiratori. Inoltre, a tutti ripetiamo di non recarsi al pronto soccorso nel caso si accusino sintomi sospetti, ma di contattare il numero 112 o il numero del ministero della salute 1500”. E proprio i gel disinfettanti e le mascherine stanno esaurendo un po’ dappertutto. Anna Rosa Racca ha così riferito: “Nella mia farmacia ne ho vendute 80 in un'ora. Ieri le richieste sono aumentate in maniera esponenziale: tutti quelli che entrano in farmacia ne chiedono almeno una”.

Tutti le vogliono

Ha poi sottolineato che è diventato difficile per i farmacisti riuscire ad averle, ma che stanno facendo tutti gli sforzi possibili per rifornirsi e rispondere alla domanda dei clienti. Ma chi le chiede in particolar modo? Praticamente tutti, senza differenza di età o sesso. Chiunque entri in farmacia vuole una mascherina, sia che si tratti di un ragazzo, un anziano, una donna, un uomo. E pensare che la vera psicosi, almeno in Lombardia, ha avuto inizio solo nella giornata di ieri. La corsa per accaparrarsi l’ultima mascherina è iniziata già da qualche ora.

Commenti