Borgo Mezzanone, nuovo ferimento di un extracomunitario

Violenze tra immigrati all'interno del Cara, il 30 enne raggiunto da due colpi di coltello a gola e orecchio

Borgo Mezzanone, nuovo ferimento di un extracomunitario

Un cittadino originario del Mali di 30 anni è stato ferito alla gola e ad un orecchio con due fendenti. È accaduto a Borgo Mezzanone, frazione in provincia di Foggia tristemente nota agli onori della cronaca per i numerosi e ripetuti episodi di violenza tra immigrati all'interno del Cara e della baraccopoli situata accanto al Centro dove prostituzione, violenza e spaccio la fanno da padrone.
Cosa ancor più grave è che quello del maliano è il secondo accoltellamento nell'arco di 24 ore. Ieri un nigeriano era stato accoltellato sempre nella baraccopoli (la famosa "pista"). Niente di nuovo, quindi, a Borgo Mezzanone dove la situazione dell'ordine pubblico resta assai critica.
Le ferite riportate, soprattutto quella alla gola, non permettono al 30enne di parlare e di rivelare, quindi, il nome del suo aggressore. Dopo il ferimento l'extracomunitario è stato trasportato agli ospedali Riuniti di Foggia. Secondo i sanitari l'uomo ha riportato ferite guaribili in venti giorni.
Lo stesso maliano, dopo il ferimento si è presentato al pronto soccorso del Cara (il centro di accoglienza richiedenti asilo) per farsi medicare e chiedendo aiuto. Ora sono in corso le indagini da parte della polizia per capire la dinamica dei fatti.

Commenti