Cronache

Braccio di Ferro era dopato

Braccio di Ferro era dopato

Ecco perché Bruto alla fine le prendeva sempre: Braccio di Ferro era dopato. Altro che spinaci! Scherzi a parte, la ricerca che probabilmente già dal prossimo anno metterà nella lista dei prodotti dopanti l'«ecdysterone», la sostanza contenuta a dosi massicce proprio negli spinaci, è più che seria, messa nero su bianco dai professori tedeschi dell'Università di Farmacia di Berlino. Una garanzia. Lo studio, sostenuto dall'Agenzia mondiale antidoping Wada, ha rivelato infatti che l'«ecdysterone» porta ad un sensibile miglioramento di potenza e ad un aumento delle prestazioni negli atleti che ne fanno uso. Così i ricercatori berlinesi hanno suggerito di inserirlo nella lista delle sostanze vietate della Wada. «La nostra ipotesi era che avremmo visto un aumento delle prestazioni, ma non ci aspettavamo che fosse così grande...», ha spiegato la professoressa Maria Parr, responsabile della ricerca. I test sono stati realizzati su atleti impegnati in un programma di allenamento di 10 settimane e quelli che consumavano integratori alimentari con l'ecdysterone erano tre volte più forti degli atleti che si allenavano con un placebo.

Popeye, ovviamente, in tutta questa storia non c'entra nulla. Certo è che, se l'avesse saputo Olivia, l'avrebbe preso a calci nel sedere. Come sempre, d'altronde.

Commenti