Brescia, alla festa Pd l’aggiunta di origano sulla pizza costa un euro

La foto dello scontrino fatta alla festa del partito nella città di Brescia fa il giro dei web: per l'aggiunta della spezia chiesto un sovrapprezzo, neanche fosse caviale

Brescia, alla festa Pd l’aggiunta di origano sulla pizza costa un euro

Uno scontrino che imbarazza un partito. Capita anche questo. Alla festa Valverde del Partito Democratico a Botticino, alle porte di Brescia, aggiungere dell'origano sulla pizza capricciosa è costato un euro. No, non si tratta di uno scherzo. Neanche fosse caviale o tartufo, alla manifestazione viene fatto pagare un sovrapprezzo per l'aggiunta della spezia non certo pregiata. A denunciarlo è stato un avventore che non ha proprio mandato giù quello scontrino, postandolo sui social network e facendo così scoppiare un putiferio. Possibile che una spolverata di origano valga addirittura un euro?

"Ovviamente non mi vedranno mai più, diffondete che è meglio per tutti", scrive il protagonista della vicenda. "Non è una spezia proibita ma è solo a prezzo proibitivo". Solitamente già incluso nel conto, l’aggiunta di origano costa al massimo 50 centesimi nelle normali pizzerie della zona.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti